Ugl Sicilia, anche se commissariato Crocetta ter lavori

10 novembre 2014

“Il governo Crocetta ter nasce all’insegna dei migliori auspici, pur commissariato nei fatti dal governo centrale. E infatti l’assessore all’Economia di stampo fortemente renziano, il super economista Alessandro Baccei, appena nominato, la dice lunga sull’autonomia di gestione che il governatore Crocetta potrà esprimere”. Lo sostiene Giuseppe Monaco, segretario generale dell’Ugl Sicilia. “Certo – aggiunge il sindacalista – le due giunte che hanno preceduto questo governo della Regione si sono distinte tanto come campioni dell’incapacità amministrativa, quanto per la protervia posta in essere. Tutti ancora ricordano il flop day sul Piano giovani, piuttosto che le annose repliche di finanziarie puntualmente bocciate dal Commissario dello Stato e che conseguentemente hanno inceppato tutta la macchina regionale, stipendi non pagati, disastri sociali a tutti noi noti, non ultimo quello sulla formazione professionale”.

“Per non parlare – prosegue Monaco – delle opportunità perdute sui fondi comunitari che hanno visto il viceministro Delrio, poi, impegnato personalmente a dettare l’agenda alla Sicilia per perdere meno possibile delle opportunità che l’Europa aveva messo a disposizione. Ma la legislatura è solo a metà corso e la Sicilia che sprofonda non può crearsi il problema se Crocetta è commissariato o no, purché l’obbligo per tutti diventa marciare a ritmi elevati. Gli alibi non reggono più”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
In affanno imprese artigianato, chiuse 6.500 primo semestre 2019

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti