Ultrà della Roma a Liverpool, polizia italiana identifica i due tifosi

Ultrà della Roma a Liverpool, polizia italiana identifica i due tifosi
25 aprile 2018

E’ stata la polizia italiana a identificare Daniele Sciusco, 29 anni, e Filippo Lombardi, 20 anni, i due tifosi della Roma fermati a Liverpool in relazione all’aggressione di un 53enne tifoso della squadra di casa, attualmente ricoverato in condizioni critiche al Walton Neurological Centre. La polizia italiana, intervenuta immediatamente sul posto degli incidenti che hanno preceduto la semifinale di Champions, ha individuato un gruppo di “Fedayn” giallorossi, una quarantina, bloccati dai reparti di polizia locale. I tifosi sono stati fatti comunque entrare nell’impianto ma nel corso del primo tempo personale Digos della Questura di Roma ha preso visione nella Control Room dei filmati disponibili ed identificato Sciusco e Lombardi, entrambi noti esponenti del mondo ultras.

Successivamente, i due sono stati fisicamente individuati dalla stessa Digos e sottoposti a fermo di polizia dai reparti di sicurezza presenti all’interno di Anfield. Una volta constatato che gli ultra’ della Roma in trasferta a Liverpool avevano disertato il Meeting point predisposto nel centro della citta’, i poliziotti italiani hanno avvertito i colleghi inglesi che i gruppi organizzati dei supporter giallorossi si erano concentrati nei pub dell’Albert Dock, nell’area portuale: fino alla partenza per Anfield, dove alle 20,45 era in programma la semifinale, non si sono registrate tensioni.

Mentre pero’ il grosso dei tifosi si e’ servito dei bus precedentemente noleggiati, un corteo improvvisato di circa 200 “facinorosi” si e’ mosso a piedi; da Manchester era invece in arrivo il gruppo dei Fedayn, atteso alla stazione ferroviaria di Liverpool, distante dallo stadio di Anfield circa tre chilometri a piedi. Gli appartenenti al gruppo dei Fedayn, segnalati dagli agenti italiani per la loro aggressivita’, una volta in stazione sono stati lasciati liberi di proseguire a piedi verso lo stadio fino ad arrivare a ridosso della Cop, storica curva della squadra di casa. Da qui gli improvvisi, violenti scontri di cui ha fatto le spese un supporter dei reds gravemente ferito al capo. Dopo la partita si sono verificati ulteriori tafferugli all’esterno dell’impianto, di minore gravita’, tra le opposte tifoserie e contro la polizia inglese: al termine, sono stati fermati nove tifosi, tra i quali Lombardi e Sciusco, accusati di tentato omicidio.

Leggi anche:
Muore dopo 31 anni di coma, Brescia piange Ignazio Okamoto

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti