Un sistema stellare sosia del nostro a 2.545 anni luce

Loading the player...
15 dicembre 2017

Non è proprio dietro l’angolo ma si può dire che il nuovo sistema stellare scoperto dalla Nasa sia un vero e proprio “sosia” del nostro. Si trova a 2.545 anni luce da noi all’interno della costellazione del Drago ed è formato da una stella, Kepler-90 e da 8 pianeti che le orbitano intorno. Si tratta della prima stella scoperta con lo stesso numero di pianeti del nostro sistema solare. I ricercatori credono che grazie alle nuove tecniche di analisi con l’intelligenza artificiale in futuro scopriremo molti altri sistemi con condizioni simili o numeri simili al nostro. La tecnologia è stata fornita da Google Artificial Intelligence che permette alle macchine non solo di fare analisi ma anche di imparare attraverso l’esperienza. I potenti strumenti hanno consentito alla Nasa di analizzare un archivio infinito di dati ottenuti dal telescopio Kepler e scovare l’ottavo pianeta, visto che finora gli scienziati credevano che attorno a Kepler-90 gravitassero sette pianeti. Da quando è stato lanciato nello spazio, Kepler ha preso in esame oltre 150mila stelle alla ricerca di possibili esopianeti. Osservati non attraverso una visione diretta (impossibile vista la loro distanza), ma attraverso la diminuzione della luce sprigionata dalla stella quando uno dei pianeti si interpone tra essa e Kepler. A oggi il telescopio ha raccolto dati di 35mila possibili segnali che indicano la presenza di esopianeti nella porzione di galassia osservata.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Parigi, proteste anche a Sciences Po, chiusa la facoltà

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti