Varsavia, sepolte le Torah per celebrare la rivolta del ghetto

20 aprile 2017

La comunità ebraica di Varsavia ha ricordato il 73esimo anniversario della rivolta del ghetto. Il 19 aprile del 1943 meno di un migliaio di ebrei si sollevarono contro i nazisti che avevano ordinato l’evacuazione del quartiere a loro riservato nella capitale polacca, dove vivevano ancora circa 60mila persone destinate ai campi di sterminio. Per celebrare questo atto di coraggio dall’esito tragico sono stati sepolti i frammenti superstiti di alcuni rotoli di antiche Torah nel cimitero ebraico. “Questa cerimonia ha diverse chiavi di lettura – ha spiegato Michael Schudrich, rabbino capo della Polonia – La prima è che per noi un rotolo della Torah è talmente importante che quando è troppo rovinato per una riparazione deve essere sepolto come un essere umano”. “Queste sono diverse Torah. Non sappiamo bene la loro storia ma sappiamo che provengono dalla Polonia, che risalgono a prima della guerra e sono sopravvissute all’Olocausto”. “La data di questa cerimonia non è stata scelta a caso – ha sottolineato un ebreo polacco – Nel giorno dell’anniversario dell’insurrezione nel ghetto, sotterrare qualcosa diventa un simbolo. E’ un simbolo della nascita di qualcosa di nuovo: sono convinto che la nostra comunità ebraica rivivrà”.

Leggi anche:
Camper in fiamme a Tivoli, un corpo carbonizzato


Commenti