“Il vegetale” con Fabio Rovazzi in sala dal 18 gennaio

“Il vegetale” con Fabio Rovazzi in sala dal 18 gennaio
12 gennaio 2018

“Il Vegetale” è la nuova commedia scritta e diretta da Gennaro Nunziante che vede protagonista Fabio Rovazzi al suo esordio come attore, con Luca Zingaretti, Ninni Bruschetta, Paola Calliari, Alessio Giannone e la giovanissima Rosy Franzese. Il film, prodotto da Piero Crispino per 3zero2 e co-prodotto da The Walt Disney Company Italia, in collaborazione con Sky Cinema, uscirà nelle sale italiane giovedì 18 gennaio, distribuito da The Walt Disney Company Italia. Nunziante porta sul grande schermo l’esilarante storia di Fabio, giovane neolaureato che non riesce a trovare un lavoro, alle prese con un padre ingombrante e una sorellina capricciosa e viziata. Entrambi lo considerano un “vegetale”. Un evento inatteso cambierà improvvisamente i ruoli. Fra situazioni comiche e trovate paradossali, il protagonista dovrà reinventare la sua vita. In occasione dell’uscita del film di Gennaro Nunziante, Fabio Rovazzi debutta anche sulle pagine del settimanale Topolino edito da Panini Comics nelle vesti di… Paperazzi. Sul numero in edicola da mercoledì 17 gennaio, sarà il protagonista di quattro divertenti storie autoconclusive pubblicate dal celebre settimanale a fumetti, che gli dedica anche la copertina e un’intervista esclusiva. Nelle nuove avventure scritte da Francesca Agrati e disegnate da Alessandro Perina, il beniamino di grandi e piccoli si ritrova a Paperopoli per le riprese del suo ultimo film. Qui avvengono incontri esilaranti e scene altrettanto spassose, che richiamano sia il film, sia episodi della sua vita reale, come l’assedio dei fan, che anche a Paperopoli sono alla ricerca di “selfie mossi” con il loro eroe. Sul set, invece, Paperoga combina come al solito uno dei suoi pasticci, scatenando l’ilarità del neo attore e la rabbia del regista. Tra un ciak e l’altro, Paperazzi trova poi il tempo di andare a trovare (in trattore) nonna Papera, che gli riporta alla mente il famigerato minestrone che era costretto a mangiare da bambino. Non manca neppure Paperino, che con una delle sue proverbiali “perle di saggezza”, interrompe l’intervista di Paperazzi con gli studenti.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Cinema, il Bifest 2018 dedicato a Vittorio Taviani

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti