Ventura: “Chiedo scusa ma non mi dimetto”

Ventura: “Chiedo scusa ma non mi dimetto”
14 novembre 2017

“In questo momento posso solo chiedere scusa agli italiani, non per l`impegno e la volontà ma per il risultato, che poi, come so bene, è la cosa principale”. Gian Piero Ventura si presenta così in conferenza stampa, scusandosi anche con i giornalisti per averli fatti aspettare qualche minuto in più: “Ho tardato perché ho voluto salutare i giocatori uno ad uno. Se mi sono dimesso? No, perché non ho nemmeno parlato con il presidente. C`è da valutare un`infinità di cose, parleremo con la federazione, ci confronteremo e affronteremo la situazione”.

Prima di prendere la via degli spogliatoi il Ct ha abbracciato Gigi Buffon, che ha annunciato l`addio alla Nazionale come anche De Rossi e Barzagli: “Il risultato dal punto di vista sportivo è pesantissimo, ero assolutamente convinto che ce la potessimo fare e la partita di stasera ha confermato che c`era una volontà feroce di andare al Mondiale. Sono orgoglioso di aver fatto parte del gruppo azzurro e di aver lavorato con grandi campioni e con altri ragazzi a cui auguro di diventare campioni”. Non manca un plauso agli oltre 70 mila tifosi che hanno provato a trascinare la Nazionale in un `Meazza` gremito: “Stasera ho capito per l`ennesima volta che vuol dire allenare la nazionale, ringrazio il pubblico di San Siro che ci ha aiutato e sostenuto fino all’ultimo minuto”.

Leggi anche:
Tronchetti: Spalletti in Nazionale? Valuterà sue priorità

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti