Via libera con “fiducia” a legge di stabilità, M5s insorge

Via libera con “fiducia” a legge di stabilità, M5s insorge
25 marzo 2017

La legge di stabilita’ regionale viene approvata con un voto di fiducia e il gruppo del Movimento 5 Stelle chiude la seduta del consiglio regionale campana esponendo dei cartelli con la scritta “siamo in Delucrazia”. Il termine coniato stigmatizza la scelta del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, di porre la fiducia sul maxiemendamento al collegato che, secondo regolamento, ha superato la discussione sulla miriade di emendamenti presentati al collegato alla legge di Stabilita’. 32 voti favorevoli, 14 contrari sui 46 votanti: il Consiglio ha approvato anche l’articolato con 31 voti a favore, 14 contrari, Movimento 5 Stelle e Forza Italia, su 45 presenti. con la nuova legge di Stabilita’ la regione Campania avvia una serie di misure per migliorare l’azione amministrativa. In primo luogo vengono rafforzati i poteri dell’ufficio ispettivo in materia sanitaria. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge, per i centri che siano al di sotto delle 70mila prestazioni equivalenti scatta la decadenza dall’accreditamento istituzionale, mentre per la rete laboratoristica la soglia minima di efficienza e’ fissata alla 200mila prestazioni annue, e per ottenere l’accreditamento o mantenerlo, bisogna raggiungere lo standard in forma singola o associata entro il 30 giugno 2018.

Sono previste poi misure per la trasparenza, come la pubblicazione sul sito internet del Consiglio Regionale dei nominativi di tutti i soggetti che percepiscono l’assegno vitalizio, con la specificazione delle somme erogate annualmente; la previsione dell’esaurimento della fase liquidatoria dell’Arsan all’atto dell’approvazione del rendiconto finale da parte della giunta regionale; lo stanziamento di 5 milioni di euro a favore della societa’ regionale in house Campania Servizi per interventi di rafforzamento patrimoniale; l’istituzione del Comitato tecnico per la mobilita’ con il compito di monitorare le misure per l’innovazione dei sistemi di trasporto in ambito regionale; la ricognizione degli interventi per il completamento della linea Metrocampania Nordest, per mezzo della ricostruzione della vecchia ferrovia Alifana chiusa nel 1976, per collegare il Centro direzionale con i comuni dell’area nord fino a Santa Maria Capua Vetere. tra gli interventi previsti, anche la promozione da parte della Regione Campania del rating di legalita’ anche dei procedimenti di competenza dei propri entri strumentali, agenzie e societa’ partecipate; l’istituzione del Fondo speciale per la prevenzione e il contrasto della criminalita’ organizzata con la previsione di stanziamento di 500mila euro per il 2017; l’istituzione dell’Osservatorio regionale delle attivita’ produttive; l’istituzione del Fondo per lo studio e la conoscenza della storia, dell’economia e delle idee sociali del Mezzogiorno con una dotazione di 500mila euro per il triennio 2017-2019; lo stanziamento di due milioni di euro per la promozione e il sostegno dello spettacolo; l’incremento di due milioni, da 3.770.000 a 5.770.000, dei fondi per il risanamento del Teatro San Carlo; la destinazione di un milione di euro alla ristrutturazione della societa’ in house Sviluppo Campania. Prima di chiudere la seduta, il presidente d’Amelio ha chiesto di osservare un minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’attentato terroristico a Londra.

Leggi anche:
Di Maio: la Lega allontani Siri o inizio a preoccuparmi
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti