Il violino pop-rock di Elsa Violin

5 gennaio 2018

Si è fatta strada negli ultimi anni la tendenza di usare strumenti classici su basi moderne, pioniere ne è stato David Garret che ha saputo rivoluzionare un mondo, quello del violino, che sembrava essere irrimediabilmente legato alla concertistica tradizionale. Nel panorama italiano invece, la voce fuori dal coro – è proprio il caso di dirlo – è già da anni quella di Elsa Martignoni, in arte Elsa Violin, artista di grande talento che ha acquisito nel tempo la sua spiccata identità fino a essere conosciuta anche al di fuori dei confini del nostro paese. Inizia come musicista classica e, grazie alle sue notevoli doti di strumentista, riesce a girare il mondo suonando nelle orchestre principali; poi lentamente la sua indole sperimentatrice la porta ad avvicinarsi al mondo della musica moderna e inizia ad accompagnare le performance dei dj set nei vari locali di Milano, città in cui molte tendenze sono nate e continuano a nascere e affermarsi.

La forte predilezione al nuovo modo di intendere il violino come contaminazione tra generi differenti, l’apertura verso luoghi in cui non ci si aspetta uno strumento classico e la naturale inclinazione verso la difficile tecnica dell’improvvisazione, ha portato Elsa Violin a essere molto richiesta nelle location internazionali di più alto livello –  l’Hotel Principe di Savoia, la Terrazza Martini, la Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale, la Pinacoteca di Brera, Palazzo Clerici, e il Pavillon Unicredit a Milano, l’Intercontinental di Parigi, Buckingham Palace a Londra, la Sala Penthouse e il Lincoln Center a NY, il Kennedy Center di Washington, il Suntory Hall a Tokio, il Colon Theater di Buenos Aires, solo per citarne alcune – esibendosi sia con un violino classico amplificato in modo speciale e progettato appositamente per lei, sia con il violino elettrico. Il suo tocco delicato produce sonorità raffinate, eleganti, eppure al tempo stesso trascinanti e coinvolgenti, capaci di arricchire brani conosciutissimi dei maggiori artisti del panorama funky-pop-rock mondiale

ma anche di generare le musicalità uniche dei pezzi scritti da lei, perfetta espressione delle esperienze vissute in giro per il mondo. È proprio dal suo girovagare che nasce infatti il suo primo album, Eclettrica, un insieme di omaggi a paesi, generi musicali, artisti di primo livello che hanno ispirato la sua carriera artistica o che l’hanno indotta a ideare quel particolare nuovo modo di far vibrare le corde del suo violino. La raccolta è una vera e propria contaminazione di generi, racconta la storia del percorso musicale di Elsa Violin e alterna brani più world music come Suegno de Espagna, Sand e Tango Metropolitano, al funky di Funky Violin, ai tributi a Sting con Every Heart, ai Gun’s & Roses con Sweet Child, fino ad arrivare ad Angel & Devil, brano scritto da lei risalente al 2012 che gioca sul tema del sacro e profano legandolo all’unione che Elsa ha scelto di operare tra violino classico ed elettrico.

La sua decennale esperienza, iniziata a soli otto anni con gli studi al Conservatorio Verdi di Milano, proseguiti con una specializzazione presso la Musikuniversitaet di Vienna che ha sottolineato il suo innegabile talento con una borsa di studio patrocinata dai Wiener Philharmoniker, l’ha portata presto a collaborare con le più grandi orchestre mondiali: quella del Teatro alla Scala diretta da Riccardo Muti, l’Orchestra Sinfonica “G.Verdi “ di Milano diretta da Riccardo Chailly, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino diretta da Georges Pretre e Valerij Gergiev, l’Orquestra Symphònica de La Corugna  e l’Orchestra delle Settimane Musicali di Stresa diretta da Gianandrea Noseda. Il primo di gennaio del 2018 è stata ospite di Gigi Marzullo nella trasmissione Sottovoce mentre attualmente è impegnata nell’Orchestra del Festival di Sanremo. Elsa Violin è un’artista vera, di quelle che sanno creare qualcosa di nuovo, di quelle che aprono le strade e che lavorano duro con impegno e fiducia per perseguire i propri obiettivi, testimonianza che un bellissimo sogno si può trasformare in un’inaspettata realtà.

ELSA MARTIGNONI
Music & Events  Entertainment

Cell.: 335-6152231

YouTube Channel: Elsa Martignoni

Instagram: elsamartignoniofficial

SoundCloud: Elsa Martignoni Violin

Sito web: www.elsamartignoni.it

Leggi anche:
Torna a Palermo il suggestivo spettacolo del Teatro del fuoco
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti