Wolverhampton vince 2-1, Torino fuori da Europa League

Wolverhampton vince 2-1, Torino fuori da Europa League
29 agosto 2019

Il Torino di Walter Mazzarri non riesce nell’impresa di battere il Wolverhampton e riacciuffare in extremis la qualificazione alla fase a gironi di Europa League dopo la sconfitta per 2-3 subita in casa. I granata sono condannati, nonostante abbaino giocato una buona partita in Inghilterra, dal gol di Jimenez e da quello di Dendoncker, a nulla è servita la rete di Belotti, che ha consentito alla squadra di Nuno Espírito Santo di imporsi 2-1 e andare ai gironi di Europa League. Mazzarri che per la gara rinuncia a Nkoulou, in rotta con la società, e inserisce Bonifazi in difesa. A centrocampo giocano Rincon e Ola Aina. Subito grande pressione del Torino in avvio di gara e al 7′ Lukic calcia un angolo da sinistra verso Baselli che tenta il destro al volo ma la palla termina al alto alla destra di Rui Patricio.

Al 10′ ancora occasione Toro con Baselli che calcia la punizione in mezzo, Bremer la prolunga sul secondo palo dove l’accorrente Belotti per un soffio non arriva in tempo per la deviazione di testa. I granata attaccano e il Wolverhampton agisce di rimessa. Al 19′ su corta respinta della difesa inglese prova il sinistro al volo da fuori area Rincon ma la palla è ancora fuori. Gli inglesi spaventano Sirigu al 24′ con Traoré che va in percussione e calcia di destro in diagonale ma il portiere del Torino si oppone con il corpo. Ma è solo l’avviso del gol. Al 31′ cross dalla destra di Traoré sul primo palo per Jimenez che anticipa in spaccata Bonifazi e Bremer e con un tocco di destro al volo insacca il pallone all’altezza del primo palo. Il Torino prova subito la reazione e sul finire di tempo va vicino al pari: al 37′ cross dalla destra di De Silvestri per Zaza che da solo schiaccia debolmente di testa alla sinistra di Rui Patricio che blocca a terra.

Leggi anche:
Le azzurre vincono ancora. Bertolini: "Anno fantastico"

Il Torino continua a pressare ad inizio ripresa e al 57′ trova il gol del pareggio: Baselli calcia la punizione in mezzo dove irrompe di testa Belotti che anticipa tutti e insacca per l’1-1. Una gioia però che dura molto poco, passano due minuti e al 59′ il Wolverhampton torna in vantaggio: Jota va via a due uomini al limite entra in area e calcia di sinistro, Sirigu respinge ma la palla finisce sui piedi di Dendoncker che di destro manda il pallone a baciare il palo alla sinistra del portiere e poi in rete per il 2-1. Il Toro accusa il colpo si disunisce ma continua a cercare la via del gol. Al 79′ Zaza riceve e prova il sinistro ma il pallone termina di poco a lato. Poco dopo lo stesso attaccante granata ci prova in area in acrobazia ma senza fortuna. Nel finale Wolves vicini al 3-1. Dendoncker triangola in area con Jimenez e calcia di destro ma Sirigu vola sulla destra e salva la porta. Torino però mai domo e all’87 fallisce occasione clamorosa, con Meité che triangola al limite con Belotti e, tutto solo, calcia di destro a fil di palo alla sinistra di Rui Patricio. Lo stesso ‘Gallo’ ci riprova poco dopo ma la palla termina al lato. Non bastano i 4 minuti di recupero, il Toro è fuori dall’Europa.

MAZZARRI

Leggi anche:
Infinito Nadal, rimonta show su Medvedev

“Abbiamo fatto una grande gara, purtroppo abbiamo avuto il torto di non aver fatto il gol quando si poteva. Nel possesso palla siamo stati superiori in casa loro, purtroppo il calcio e’ cosi’: un episodio cambia l’aspetto della gara ma siamo stati in partita fino all’ultimo”. E’ un Walter Mazzarri che non ha perso la grinta quello che, dai microfoni di Sky, commenta Wolverhampton-Torino, match che ha sancito l’usicta dei granata dall’Europa League. “Avessimo fatto il 2-2 con Meite’ avremmo fatto l’arrembaggio finale per andare ai supplementari – dice ancora il tecnico -. Sapevamo di dover fare piu’ di loro perche’ l’andata ci ha un po’ condizionato. Eravamo ansiosi di segnare subito e l’abbiamo pagata. Questa partita ci servira’ per crescere perche’ abbiamo fatto una prova bellissima in un campo difficile: loro hanno tantissima qualita’ e appena fai un errore ti puniscono. Oggi non si e’ vista questa differenza. Archiviamo questa sconfitta, sono sei partite che ci faranno crescere e ci serviranno per il futuro”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti