Allarme di Palazzo Koch, per la Tasi possibile aumento di oltre il 60%

30 maggio 2014

Il prelievo Tasi sulla prima casa potrebbe aumentare di oltre il 60% rispetto al 2013. A stimarlo è la Banca d’Italia. “Considerando un’abitazione principale non di lusso, nella media dei Comuni capoluogo, il prelievo si è ridotto del 40% fra 2012 e 2013”, spiega Palazzo Koch. “Nell’ipotesi di applicazione della Tasi ad aliquota base, il prelievo aumenterebbe di circa il 12% (rimanendo comunque ben al di sotto del livello registrato nel 2012); se ciascun capoluogo applicasse un’aliquota pari al 2,5 per mille, il prelievo complessivo crescerebbe di oltre il 60% rispetto al 2013”. (TMNews)

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Case più sicure e sostenibili, è operativo il Superbonus 110%


Commenti