Aperta ufficialmente la XIII Paralimpiadi invernale, applausi per l’Ucraina

Aperta ufficialmente la XIII Paralimpiadi invernale, applausi per l’Ucraina
4 marzo 2022

E` stato il National Stadium di Pechino a ospitare la cerimonia di apertura dei XIII Giochi Paralimpici invernali. Di fronte al Presidente della Cina Xi Jinping e al Presidente dell`IPC Andrew Parsons, gli atleti delle 46 delegazioni presenti in Cina hanno sfilato nel meraviglioso impianto chiamato Nido d`uccello, stadio che, nel 2008, ha ospitato la cerimonia di apertura e le gare di atletica delle Paralimpiadi estive di Pechino 2008. Da domani, venerdì 5 marzo, 564 atleti si affronteranno nei 78 eventi medaglia previsti dal calendario (39 per gli uomini, 35 per le donne, 4 misti). Sei gli sport coinvolti: sci alpino, sci nordico, snowboard, sci di fondo, biathlon, curling e para ice hockey. A sfilare, per la prima volta in una Paralimpiade invernale, le delegazioni di Israele, Porto Rico e Azerbaijan.

Alfiere della delegazione italiana Giacomo Bertagnolli, plurimedagliato ai Giochi di PyenogChang 2018 nella disciplina dello sci alpino, che ha guidato il team azzurro composto da 32 elementi (29 atleti e 3 atleti guida). “E’ stata un’emozione indescrivibile – ha dichiarato Bertagnolli – essere lì davanti, guardare la bandiera, guardare avanti, è stato tutto incredibile. Tra poche ore saremo in gara e l’adrenalina sta salendo: non dobbiamo farla scendere ma dare il 100% domani in pista per riuscire a fare bene”. A farla da padrone, in termini numerici, il Paese ospitante: la Cina può contare su 96 atleti, impegnati in tutte e sei gli sport presenti nel calendario. A seguire nella classifica delle squadre più numerose gli Stati Uniti, che di atleti ne portano 65.

Leggi anche:
Meloni verso G7 da Kiev: l'Occidente non deve dare segnali di stanchezza

La Nuova Zelanda può vantare l`atleta più anziana, Pam Wilson, 66 anni per la giocatrice di curling. La sciatrice austriaca Elina Star, con i suoi 15 anni, è invece l`atleta più giovane. Domani, 5 marzo, inizio dei XIII Giochi Paralimpici invernali. Alle 3 ora italiana, in gara subito il portabandiera dell`Italia Giacomo Bertagnolli e la sua guida Andrea Ravelli, impegnati nella discesa libera di categoria visually impaired maschile. In campo femminile, ci saranno Martina Vozza, l`atleta italiana più giovane in Cina (diciotto anni ancora da compiere) e la sua guida Ylenia Sabidussi. Per la categoria standing maschile, scenderà in pista Federico Pelizzari. Alle 9.35 ora italiana, la Nazionale Italiana di para ice hockey debutterà ai Giochi affrontando la Repubblica Ceca nel match valido per il Gruppo B (dello stesso girone fanno parte anche Slovacchia e Cina).

 Applausi per l’Ucraina

È stata accompagnata da un lungo applauso del pubblico la sfilata della delegazione ucraina alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi di Pechino 2022. La delegazione di atleti di Kiev si è presentata allo stadio “Nido d`Uccello” dietro alla bandiera nazionale con una tuta che riproduceva i colori della bandiera nazionale giallo e blu. Il numero uno del Comitato internazionale paralimpico Andrew Parsons si è alzato in piedi come larga parte del pubblico ad applaudire in segno di solidarietà e rispetto dopo l`invasione russa.

Leggi anche:
Guerra in Ucraina, componenti giapponesi e taiwanesi finiti in tank russi

Esclusi atleti russi e bielorussi

Il Cda del Comitato paralimpico internazionale ha deciso che gli atleti di Russia e Bielorussia non parteciperanno alle Paralimpiadi di Pechino. In un primo momento, a russi e bielorussi era stato dato l’ok alla partecipazione ma sotto la bandiera neutrale. Ma ieri dopo “una riunione appositamente convocata, il cda dell’Ipc ha deciso di rifiutare le iscrizioni agli atleti russi e bielorussi per le Paralimpiadi di Pechino”. La decisione arriva dopo la protesta di numerosi comitati olimpici che hanno minacciato di non partecipare qualora presenti le delegazioni di Russia e Bielorussia. “Siamo molto dispiaciuti per gli atleti dei Paesi esclusi” dai Giochi paralimpici di Pechino, ha detto Andrew Parsons, presidente del Comitato internazionale Paralimpico (Ipc). “Siete vittime delle azioni dei vostri governi”, ha concluso Parson in riferimento agli atleti che non hanno partecipato ai Giochi.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti