“Art Selfie”, per abbinare il proprio volto a un’opera d’arte

4 settembre 2018

Abbinare il proprio volto a un quadro, trovare il proprio sosia tra le opere d’arte dei musei più famosi, scoprendosi magari simili a Frida Kahlo o all’Imperatore Gojong. É possibile grazie ad “Art Selfie”, la funzionalità di Google Arts & Culture adesso disponibile in tutto il mondo, anche in Italia.

Leggi anche:
Tensioni in Medio Oriente: Israele lancia un attacco militare contro l’Iran

Parte da una tecnologia di visione artificiale basata sul machine learning. Quando ci si fa un selfie, la foto viene confrontata con i volti delle opere che i musei partner di Google hanno fornito. E dopo pochi secondi appare il risultato insieme a una percentuale che stima la somiglianza visiva di ogni abbinamento. Il selfie aiuta ad avvicinarsi al mondo dell’arte: toccando il sosia si possono scoprire tante informazioni su di lui.

Leggi anche:
Gerusalemme, come gli israeliani commentano l'attacco all'Iran

Testata negli Stati Uniti nel 2017 e diventata virale quando diverse celebrities l’hanno condivisa sui social, “Art Selfie” è stata poi migliorata raddoppiando il numero di opere d’arte. Ad oggi, sono stati effettuati già più di 78 milioni di match. Per scattare e condividere il proprio Art Selfie basta entrare nella app Google Arts & Culture per iOS o Android.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti