Atp incorona il 2019 di Berrettini e Sinner

Atp incorona il 2019 di Berrettini e Sinner
Matteo Berrettini e Jannik Sinner
19 dicembre 2019

Il loro 2019 e’ stato eccezionale: Matteo Berrettini e Jannik Sinner hanno compiuto una scalata straordinaria nelle classifiche mondiali, riportando sotto i riflettori il tennis azzurro maschile, con vittorie in serie e prestazioni entusiasmanti. Un successo che i loro stessi colleghi del circuito Atp hanno voluto premiare, assegnando al romano il titolo di “giocatore piu’ migliorato dell’anno” e all’altoatesino quello di “rivelazione dell’anno”. Sono riconoscimenti che non portano punti ne’ denaro, ma hanno forse anche maggior valore, proprio perche’ vengono da chi ha seguito da vicino e magari anche affrontato i due azzurri.

Berrettini e’ volato nel giro di pochi mesi dal n.54 al mondo alle Atp Finals di Londra, chiudendo al n.8 e portando a casa 43 vittorie e un paio di titoli. Un tris di semifinali tra l’Us Open, il Masters 1000 di Shanghai e il torneo di Vienna lo ha fatto entrare nella top 10, impresa riuscita solo ad un pugno di azzurri. La rincorsa del diciottenne Sinner e’ partita addirittura dalla posizione n.553 per farlo diventare il giocatore piu’ giovane a entrare nella Top 80 (n.78) dopo il 17enne Rafa Nadal nel 2003. Sinner inoltre, ha vinto a Milano il titolo Next Gen Atp, un torneo che nel 2018 aveva seguito da spettatore. Guardando all’ormai prossima nuova stagione, Berrettini sta curando dei fastidi muscolari e ha deciso di rinunciare alla Atp Cup – evento per ‘nazionali’ in programma dal 3 gennaio in tre citta’ australiane -, per essere pronto all’esordio agli Open d’Australia. Il primo slam stagionale vedra’ ovviamente a Melbourne anche Sinner.

Leggi anche:
Pogba squalificato per 4 anni per doping. "Mai assunto sostanze vietate"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti