Attrice britannica accusa Weinstein di sfruttamento della prostituzione

Attrice britannica accusa Weinstein di sfruttamento della prostituzione
28 novembre 2017

Il produttore di Hollywood, Harvey Weinstein, è stato accusato di sfruttamento della prostituzione, nell’ambito dello scandalo delle molestie sessuale già denunciate da decine di donne. Una attrice inglese, Kadian Noble, ha fatto causa a Weinstein e alla sua società (da cui è stato licenziato) sostenendo che la Weinstein Co. Ha violato le leggi federali americane sul traffico sessuale: avrebbe infatti “facilitato in modo consapevole” i viaggi all’estero del produttore, nel corso dei quali lui avrebbe “cercato attrici per incontri sessuali forzati dietro a promesse di lavoro”. La donna, 30 anni, fa riferimento a un episodio avvenuto a Cannes, all’hotel Le Majestic, nel febbraio del 2014: Weinstein avrebbe obbligato la donna ad andare nel bagno della sua camera e a praticare un atto sessuale. Si tratta di un’azione civile, in cui l’accusa chiede l’apertura di un processo con una giuria popolare e il pagamento di un risarcimento di cui non si hanno i dettagli. La società di Weinstein non ha ancora commentato, ma in passato ha detto più volte di non essere stata al corrente della condotta del suo fondatore.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Raid aerei israeliani su Hodeida: risposta al drone dei miliziani Houthi contro Tel Aviv


Commenti