Elefanti alla ricerca di cibo in discarica, immagini terrificanti

Elefanti alla ricerca di cibo in discarica, immagini terrificanti
8 giugno 2023

Un branco di elefanti selvatici va alla ricerca di cibo in una discarica di plastica in Sri Lanka, nel distretto orientale di Ampara. Immagini terrificanti che fanno riflettere sull’uso dei contenitori e delle buste di plastica usa e getta, mentre il Paese sta valutando di vietarli dopo che alcuni elefanti e cervi sono morti per avere inghiottito dei rifiuti di plastica contaminata nel nord-est dell’isola.

Immagini di questo tipo purtroppo non sono una novità perché già nel 2018 l’esperta di elefanti asiatici Jayantha Jayewardene aveva dichiarato all’agenzia di stampa francese AFB che centinaia di elefanti nativi dello Sri Lanka si nutrivano di rifiuti. “Lo Sri Lanka considera gli elefanti un tesoro nazionale, ma vediamo questi animali ridotti a mangiare spazzatura; non si nutrono più nella giungla, sono come animali da zoo. È uno spettacolo triste vedere i tesori nazionali raccogliere i rifiuti in decomposizione. Gli elefanti si ammalano mangiando plastica tuttavia non abbiamo ancora prove post mortem che il politene abbia causato decessi, anche se tutta la situazione che si è creata preoccupa molto” queste le parole dell’esperta che aveva anche evidenziato quanto fossero ormai abituati a queste pratiche tanto da non essere neanche più aggressivi con i trattori che portavano loro la spazzatura.

 

La discarica nella giungla

 

Leggi anche:
Austin Butler e il cast di "The Bikeriders" alla premiere a Los Angeles

La discarica aperta si trova nelle giungle della provincia orientale e rappresenta un pericolo per la popolazione locale di elefanti, che accidentalmente mangiano microplastiche nei rifiuti. La discarica si trova vicino alla foresta al confine con il distretto di Ampara e i rifiuti provenienti dai distretti da Sammanthurai, Kalmunai, Karaitheevu, Ninthavur, Addalachchenai, Akkaraipattu e Alaiyadi Vembu vengono scaricati lì. La discarica ha lentamente invaso la foresta adiacente, diventando facilmente accessibile agli elefanti. Sebbene sia stata eretta una recinzione intorno alla discarica, ora in alcuni punti la rete è rotta e perciò gli animali accedono tranquillamente alla montagna di rifiuti.  Da quando la discarica è stata ampliata, la foresta si è ricoperta di sacchi di polietilene, plastica scartata e altri rifiuti. Negli escrementi degli animali, sono stati trovati grandi quantità di inquinanti non digeriti. 

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti