“Caccia alle streghe”, il brano di Adel Tirant su Miss Keta

“Caccia alle streghe”, il brano di Adel Tirant su Miss Keta
13 gennaio 2021

È online il videoclip di “Caccia alle streghe (Miss Inquieta)”, il nuovo brano di Adel Tirant, cantante, attrice, performer cantautrice, originaria della provincia di Messina e di adozione romana, uscito il 6 gennaio 2021 per l’etichetta Soter. Il brano, che vede l’arrangiamento e la produzione artistica di Giovanni Paolo Liotta, parte dichiaratamente dalle sonorità del personaggio femminile più controverso e moderno del momento, Miss Keta: un implicito omaggio a lei e un esplicito omaggio invece alla donna libera, cacciata nei secoli come strega. Si parte da Miss Keta, per poi approdare alla cavalcata delle Valchirie, alla opera lirica e al pop.

Caccia alle streghe (Miss Inquieta) è già vincitore dell’edizione 2020 del concorso Zonta Premia la Canzone d Autrice indetto dallo Zonta Club Genova II, in collaborazione con Lilith Associazione Culturale, per sostenere la presenza ed il talento femminile nel panorama cantautorale italiano, in linea con la vocazione artistica genovese e con gli scopi di Zonta International, organizzazione internazionale che riunisce dal 1919 persone impegnate nel lavoro per migliorare la condizione delle donne. “L’ispirazione arrivò dopo le polemiche sul ruolo della donna prima e durante l’edizione di Sanremo 2020, con la presa di coscienza su un’involuzione nel cammino dell’emancipazione di questa figura – racconta Adel Titant. Ho fatto appello al mito della donna selvaggia, così come essa appare e viene descritta dalla psicologa junghiana Clarissa PInkola Estes”.

Si rinnova la collaborazione al videoclip del regista Umberto Petrocelli (con il quale Adel Tirant ha vinto il premio VIC – Videoclip Italia Contest – come miglior videoclip italiano autoprodotto 2020 per il brano “Un homme qui me plait comme toi”). Nel videoclip, Adel Tirant sceglie di rappresentare i simboli di questa femminilità eroica e libera: le streghe, Lady Godiva, Eva, Giovanna D Arco. Per rappresentare quest ultima ha omaggiato un capolavoro della storia del cinema muto: “La passione di Giovanna D Arco” di Carl Theodor Dreyer, pellicola del 1928, vero film di culto per la modernità delle inquadrature e della recitazione dell attrice protagonista: Renée Falconetti.

Leggi anche:
Ecco come saranno gli interni degli aerei del futuro
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti