Champions e addio, Spalletti punta su Icardi

Champions e addio, Spalletti punta su Icardi
Luciano Spalletti e Mauro Icardi
25 maggio 2019

La Champions e poi l’addio. Luciano Spalletti e Mauro Icardi potrebbero vivere una domenica simile, in quella che potrebbe essere la loro ultima sfida in nerazzurro a San Siro. Nonostante le smentite, entrambi sono ormai ai saluti ma prima devono raggiungere l’obiettivo Champions, superando l’ostacolo Empoli. Spalletti si dovrebbe cosi’ affidare all’ex capitano con la valigia pronta, chiedendo quel gol che su azione manca addirittura dal 2 dicembre contro la Roma (su sviluppi di un corner). Dovrebbe essere infatti Icardi a partire titolare, con Lautaro Martinez solo in panchina: una coppia che ha funzionato solo a parole, visto che in campo l’Inter ha sempre perso nelle uniche due occasioni i cui sono partiti titolari insieme.

Lautaro resta il futuro, perche’ la societa’ ripartira’ da lui (insieme ad un paio di arrivi di peso, con Dzeko e Lukaku nel mirino), il presente e’ pero’ di Icardi, chiamato al riscatto dopo la piu’ travagliata stagione della sua avventura in nerazzurro. L’era dell’argentino a Milano, nonostante le smentite, pare ormai alla conclusione: il mercato chiama, l’Inter punta a monetizzare perche’ lo strappo sembra essere troppo grande. Discorso simile per Spalletti, chiamato a raggiungere l’obiettivo per provare a chiudere con la Champions la sua esperienza in nerazzurro. Anche per il tecnico, il futuro sara’ lontano da Milano: Antonio Conte e’ pronto, tanto che nella prossima settimana potrebbero arrivare gia’ novita’. Intanto Spalletti contro l’Empoli si affidera’ non solo a Icardi ma al suo classico 4-2-3-1, sempre utilizzato tra le critiche dei tifosi.

Leggi anche:
La Spagna domina ma vince 1-0 con autogol di Calafiori

E provera’ a tirare fuori il massimo anche da alcuni dei ”suoi” uomini, Politano, Nainggolan e Perisic su tutti, il cui talento servira’ per raggiungere l’obiettivo. Per il resto, il tecnico puntera’ sulla mediana Brozovic-Vecino e sulla difesa con D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij (al rientro) e Asamoah. A spingere l’Inter ci penseranno anche i tifosi, che arriveranno in massa a San Siro: atteso infatti il sold out al Meazza, con oltre 65mila biglietti gia’ venduti e poche disponibilita’ nel terzo anello rosso, aperto per l’occasione. ”San Siro dovra’ essere una bolgia”, ha scritto il club su Facebook, con il pericolo delle minacce della Curva in caso di risultato negativo. Dopo Steven Zhang, oggi invece e’ stato il turno dell’ad Beppe Marotta di stare vicino alla squadra ad Appiano, per fare quadrato verso l’obiettivo Champions.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti