Commissione Ue ordina al suo staff di disapplicare le app TikTok

Commissione Ue ordina al suo staff di disapplicare le app TikTok
24 febbraio 2023

La Commissione europea ha confermato a Bruxelles, durante il briefing quotidiano per la stampa, la decisione interna di sospendere l’uso dell’applicazione TikTok sui suoi dispositivi aziendali e sui dispositivi mobili personali dei funzionari registrati per ricevere comunicazioni di servizio. La decisione è stata presa dal “Corporate Management Board”, l’organo di gestione interno della Commissione. Chi non lo farà entro il 15 marzo, non potrà partecipare in seguito alle attività aziendali online interne. Secondo quanto spiega una nota di Bruxelles, la misura “mira a proteggere la Commissione dalle minacce alla cibersicurezza e dalle azioni che possono essere sfruttate per attacchi informatici contro il contesto aziendale” dell’istituzione.

“Verranno costantemente riesaminati – annuncia la nota – anche gli sviluppi relativi alla sicurezza di altre piattaforme social”. Il provvedimento è “in linea con le rigorose politiche interne della Commissione in materia di cibersicurezza, che disciplinano l’uso di dispositivi mobili per le comunicazioni legate al lavoro. Integra le raccomandazioni che la Commissione rivolge da tempo al suo staff affinché applichi le migliori pratiche nell’utilizzo delle piattaforme social e sia particolarmente sensibile ai rischi informatici durante il lavoro quotidiano”, si legge nella nota. La Commissione “si impegna a garantire che il suo personale sia adeguatamente protetto dalle minacce e dagli incidenti informatici, che assumono proporzioni crescenti. È quindi nostro dovere rispondere con la massima tempestività ai potenziali allarmi informatici”, conclude la nota dell’Esecutivo Ue.

Leggi anche:
Papa Francesco a Verona: un incontro di pace e speranza

Il portavoce capo della Commissione, Eric Mamer, ha sottolineato che la decisione è stata presa esclusivamente “per motivi di sicurezza interna”, che è “una misura temporanea oggetto di costante monitoraggio”, e che mira mantenere e aumentare l’alto livello di protezione della cibersicurezza” per l’Esecutivo comunitario. Mamer ha confermato anche che le app di TikTok devono essere disinstallate dal personale “entro il 15 marzo”, precisando che i funzionari che non lo faranno non potranno più partecipare alle attività aziendali online interne.

 

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti