In concorso Polanski, Soderbergh con Martone, Maresco e Marcello

In concorso Polanski, Soderbergh con Martone, Maresco e Marcello
29 luglio 2019

Ci saranno l`attesissimo film di Roman Polanski sulle indagini sull`Affaire Dreyfus, “J`accuse”, con Jean Dujardin, quello di Steve Soderbergh sui Panama Papers “The laundromat”, con Meryl Streep, Gary Oldman e Antonio Banderas, e le superproduzioni americane “Ad Astra” di James Gray con Brad Pitt nel ruolo di un astronauta in un futuro distopico, e il prequel di Batman “Joker” di Todd Phillips con Joaquin Phoenix e Robert De Niro, in concorso quest`anno alla Mostra d`arte cinematografica di Venezia, che si terrà dal 28 agosto al 7 settembre. Saranno tre i film italiani in gara per il Leone d`oro: “Martin Eden” di Pietro Marcello, rilettura del romanzo di Jack London con Luca Marinelli, “La mafia non è quella di una volta” di Franco Maresco che continua la sua indagine su Palermo tra grottesco, cinismo e ironia, e “Il sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone, rilettura in chiave contemporanea e cinematografica del testo di Eduardo De Filippo.

I grandi registi italiani figurano però anche in altre sezioni del festival. Fuori concorso verranno presentati “Tutto il mio folle amore” di Gabriele Salvatores con Claudio Santamaria, Valeria Golino, Diego Abatantuono e “Vivere” di Francesca Archibugi con Micaela Ramazzotti e Adriano Giannini. Grande attesa c`è anche per due serie tv dirette da registi italiani, entrambe presentate come “Proiezioni speciali” Fuori concorso: le prime due puntate di “Zerozerozero” diretto da Stefano Sollima, tratto dal libro di Roberto Saviano, e due puntate di “The new Pope” di Paolo Sorrentino, con Jude Law e John Malkovich.

Leggi anche:
Enna, concerto in onore dell’Unesco e del centenario del compositore Neglia

Tra i ventuno film in concorso quest`anno a Venezia 76 ci saranno anche il film d`apertura “La verité” di Kore-Eda Hirokazu con Catherine Deneuve e Juliette Binoche, quello di Noah Baumbach “Marriage story”, che porterà al Lido Scarlett Johansson e Adam Driver, il nuovo film di Olivier Assayas con Penelope Cruz “Wasp network”, quello di Robert Guédiguain “Gloria mundi”, quello di Pablo Larraìn “Ema” e “Waiting for the barbarians” di Ciro Guerra che porterà a Venezia Johnny Depp e Robert Pattinson. Alla presentazione del programma il direttore della Mostra Alberto Barbera ha sottolineato che in tutte le sezioni del festival saranno tre i temi dominanti: la condizione femminile, attraverso ritratti di donne in vari Paesi del mondo, la ricostruzione del passato per decifrare meglio il presente e il cinema della realtà con i problemi della contemporaneità.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti