Confronto Salvini-Valditara aprirà Pontida, domenica attesa Le Pen

Confronto Salvini-Valditara aprirà Pontida, domenica attesa Le Pen
11 settembre 2023

La Lega chiama a raccolta i propri sostenitori sabato 16 e domenica 17 settembre per il tradizionale raduno di Pontida, in provincia di Bergamo. Il programma del raduno prevede che la prima giornata si apra alle ore 16 con un confronto tra il segretario e vicepremier Matteo Salvini, il ministro dell`Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara e il coordinatore dei giovani leghisti Luca Toccalini. A seguire, nella serata di sabato, è prevista musica dal vivo e ristoro. La domenica l`apertura degli accrediti per i giornalisti è in programma dalle 8:30 e tutte le attenzioni saranno su Marine Le Pen.

La leader del Rassemblement National, per la prima volta a Pontida nonostante il legame pluriennale con la Lega di Salvini, arriverà direttamente dalla Francia. Ad accogliere la politica francese, così come le migliaia di persone attese sul “pratone” fin dal primo giorno, ci sarà un palco lungo 50 metri e due maxi schermi di sette metri per quattro. È previsto, come nelle scorse edizioni, l’allestimento di uno spazio anche per i gazebo: saranno 50 e ospiteranno gadget, associazioni, prodotti tipici territoriali e sono gestiti dalle segreterie regionali. Quanto all’area stampa è in fase di elaborazione l’elenco delle testate accreditate e dei giornalisti attesi, anche da fuori i confini nazionali.

 

La regia prevede oltre a sei telecamere, un braccio mobile per riprese in movimento e un supporto per la lingua dei segni. Cinque saranno invece i punti di ristoro. Sarà rinnovato, come da tradizione, anche il momento del ricordo dei militanti che hanno dedicato anni alla Lega e che non ci sono più. Salvini li omaggerà con il minuto di silenzio all`albero della Vita.

Leggi anche:
Elezioni Usa 2024, Donald Trump accetta nomination: vinceremo e riporterò la pace
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti