Contagio coronavirus, attenti alle lenti a contatto

Contagio coronavirus, attenti alle lenti a contatto
21 marzo 2020

Sulle lenti a contatto il coronavirus Covid-19 può sopravvivere fino a cinque giorni. A lanciare l’allarme sul possibile veicolodi contagio che coinvolge potenzialmente milioni di italiani sono gli ottici. Tanto che il presidente della Società oftalmologica italiana (Soi), Matteo Piovella, raccomanda di utilizzarle il meno possibile e comunque quelle usa e getta, o in questo periodo di emergenza di indossare gli occhiali. Alla base dell’allarme un articolo pubblicato sul Journal of Hospital Infection a ai primi di febbraio secondo il quale il materiale delle lenti, uno speciale silicone, permette al virus di sopravvivere per 5 giorni. Il contatto con gli occhi, infatti, è una modalità di infezione diretta, resa ancora più insidiosa dal fatto che le lenti si applicano con le mani.

“Chi ha possibilità di correggere il proprio difetto visivo con un semplice paio di occhiali lo faccia da subito. In questo modo ridurrà il rischio di contaminazione. Altra necessità è utilizzare lenti a contatto giornaliere monouso ed evitare le lenti a contatto riutilizzabili per più giovani. Ormai – continua Piovella – le lenti multiuso appaiono obsolete e meno sicure. Con le ‘usa e getta’ si ha il vantaggio di avere una lente nuova tutti i giorni e che non deve essere sterilizzata durante la notte per poterla indossare il giorno dopo. Le sostanze utilizzate per la pulizia delle lenti sono aggressive per la congiuntiva bulbare e provocano spesso allergie o intolleranza nei confronti della lente a contatto”.

Leggi anche:
Tempo di abbronzatura, la cautela non è mai troppa
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti