Conte alla Casa Bianca: “Io e Trump siamo outsider della politica”

31 luglio 2018

“Abbiamo intenzione di rimanerci, ci sentiamo a nostro agio e non c’e’ futuro in un altro posto”. Cosi’, in un’intervista a Fox News, il premier Giuseppe Conte risponde alla domanda se l’Italia restera’ nell’Unione Europea. L’appuntamento con la televisione americana era stato fissato dopo l’incontro di Conte e il presidente degli Usa, Donald Trump alla Casa Bianca. “Ovviamente vogliamo rimanere” nell’Unione Europea, ha rimarcato il premier, ma “anche secondo la nostra visione e i nostri bisogni”. “Il mio governo – ha aggiunto – ha una posizione molto chiara nelle piu’ importanti questioni politiche ed economiche, e cercheremo di convincere gli altri stati membri a indirizzare la loro posizione nella stessa direzione”.

Appagato, invece, per l’incontro con il capo della Casa Bianca. “Torno in Italia molto soddisfatto – ha detto il capo dell’esecutivo gialloverde – consapevole che abbiamo ulteriormente rafforzato l’antica amicizia tra Italia e Stati Uniti”. Dunque, si rafforza l’asse Usa-Italia. Anche e soprattutto sul tema dell’immigrazione. Nel vertice alla Casa Bianca le strategie dei due Paesi si sono avvicinate ulteriormente. “Sono molto d’accordo su quello che sta facendo sull’immigrazione, su quella legale e illegale. So che ha preso una posizione molto forte sui confini, una posizione che hanno preso pochi Paesi e francamente la mia opinione è che stia facendo la cosa giusta. Molti altri Paesi in Europa dovrebbero farlo – ha detto Trump in riferimento all’Italia – alcuni Paesi hanno preso questa posizione un po’ di tempo fa e stanno facendo molto meglio”.

Leggi anche:
La Camera bassa approva la legalizzazione del consumo di cannabis

Presenti nello Studio Ovale anche il Consigliere per la Sicurezza nazionale John Bolton, John Kelly, capo di gabinetto della Casa Bianca, e la portavoce Sarah Sanders. Conte ha anche annunciato che “con gli Usa oggi abbiamo avviato una significativa cooperazione per la realizzazione di una ‘Cabina di regia permanente’ per il Mediterraneo allargato”. “L’obiettivo – ha aggiunto – è quello di rafforzare e rendere ancora più forte la lotta al terrorismo, continuare nel contrasto all’immigrazione illegale e lavorare insieme per la stabilizzazione della Libia. Da questo incontro è emerso chiaramente che, come ha ben detto Trump, siamo entrambi outsider della politica”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti