Continuano le ricerche, ancora 1.000 dispersi

5 ottobre 2018

Questa distesa di macerie è quanto rimane del villaggio di pescatori Pantoloan, sull’isola di Sulawesi, in Indonesia, dopo il terremoto e il conseguente tsunami che ha devastato la zona. Le vittime accertate sono oltre 1.500, ma i soccorritori sono ancora al lavoro alla ricerca degli oltre 1.000 dispersi. La speranza è di ritrovare qualcuno ancora vivo bloccato dalla macerie ma anche che molti si siano messi in salvo e nella confusione del post sisma non sia possibile rintracciarli.

Leggi anche:
I datteri di mare preda ambita dei bracconieri

Intanto finalmente cominciano ad arrivare gli aiuti internazionali in una zona dove circa 200mila persone hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria e ci sono oltre 2.500 feriti da soccorrere. L’aeroporto pesantemente danneggiato rende faticoso l’accesso che avviene principalmente via mare, così come le strade interne distrutte rallentano i soccorsi.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti