Coppa Davis, sarà semifinale Sinner-Djokovic

Coppa Davis, sarà semifinale Sinner-Djokovic
Djokovic-Sinner
24 novembre 2023

Sarà di nuovo Sinner-Djokovic. Dopo le due sfide a Torino, il contesto cambia. Novak Djokovic ha firmato, infatti, il punto della vittoria contro Cameron Norrie, numero 18 del mondo, alla terza sconfitta consecutiva in Coppa Davis staccando il pass per la semifinale della sua Serbia che sabato affronterà l’Italia lle ore 12. Il numero 1 del mondo si è imposto 64 64 e infilato la 21ma vittoria consecutiva in Coppa Davis, la 44ma in totale.

La Serbia ha raggiunto così la sua quinta semifinale e fatto il primo passo verso il secondo trionfo in Coppa Davis dopo quello celebrato nel 2010 in finale contro la Francia. Nel primo singolare, Miomir Kecmanovic ha sconfitto 76(2) 76(6) Jack Draper senza concedere palle break. “E’ straordinario, ho sentito la pressione e il peso del momento all’inizio, sono felice di essere riuscito a rimanere calmo e concentrato – ha detto Kecmanovic a caldo dopo la partita -. E’ una grande fortuna di far parte di questo gruppo”.

 

Italia batte Olanda

L`Italia ha sconfitto l`Olanda per 2-1 e si è qualificata alle semifinali della Coppa Davis 2023. Il capitano Filippo Volandri ha analizzato la giornata ai microfoni di Sky Sport, soffermandosi inizialmente sulla dolorosa palla corta di Matteo Arnaldi nel momento decisivo del tie-break: “Io più che minacciare fisicamente Matteoà L`ho minacciato sul 4-2 del tie-break, gli ho detto che se avesse fatto una palla corta gli avrei fatto male. Gli ho detto che avremmo vinto la partita da fondo campoà Lui ha dato il 2000% contro un avversario favorito su questa superficie, siamo andati sugli scambi lunghi, abbiamo giocato punto a punto e non possiamo recriminare nulla”.

Leggi anche:
Calcio serie A: Bologna-Verona 2-0, felsinei da Champions

Il toscano si è poi soffermato sulla prestazione di Jannik Sinner: “Si è adattato alle condizioni, ha portato l`avversario all`estremo e Griekspoor non ha tenuto. In doppio li ha impallinati, ci ha dato tantissimo in risposta e al servizio. Con Sonego ha anche giocato dei doppi, sapevamo che Sonego al servizio ci dà tanto e ha quell`entusiasmo che ci dà tanto. Adesso un`ora di festeggiamenti e poi si pensa alla semifinale. Ieri abbiamo provato i doppi per 45 minuti e tutti potevano giocare con tutti”.

Il capitano non giocatore ha poi concluso con un altro commento sul numero 4 del mondo: “Questa superficie è come quella di Parigi-Bercy, che non è la preferita di Sinner, ma lui è stato bravo a portare l`avversario ai limiti. Quando sei in panchina tu sai che a un certo punto lui fa un clic. Lui si è adattato, il campo l`ha visto ieri per un`ora e venti minuti”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti