Coronavirus, Arcuri: prossima settimana meno 20% di vaccini

Coronavirus, Arcuri: prossima settimana meno 20% di vaccini
21 gennaio 2021

Sono 14.078 i nuovi casi e 521 i morti registrati nelle ultime 24 ore. Il totale dei decessi sale così a 84.202 da inizio pandemia È quanto emerge dall’odierno bollettino sull’emergenza coronavirus in Italia del ministero della Salute-Iss. I tamponi eseguiti sono stati 267.567, in lieve calo rispetto a ieri quando erano stati 279.762. Nelle 24 ore precedenti i nuovi casi erano stati 13.571, con 524 morti.
Attualmente sono positive in Italia 516.568 persone. È ancora la Lombardia la regione con il più alto numero di nuovi casi di Covid in Italia: 2.234 nelle ultime 24 ore. Altre sei regioni superano i mille casi in un giorno: Emilia Romagna (1.320), Lazio (1.303), Puglia (1.275), Sicilia (1.230), Campania (1.215) e Veneto (1.003).

ARCURI

In primo piano, c’è sempre il ritardo nella distribuzione dei vaccini. “La prossima settimana riceveremo il 20% di fiale di vaccino in meno e questa settimana il 29% in meno”, ha detto il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 Domenico Arcuri.  Di conseguenza delle riduzione dei vaccini Pfizer “l’Italia è passata da una media di 80 mila persone vaccinate al giorno, con una punta di 92mila, a una media di 28mila al giorno”. In pratica, il rallentamento della campagna vaccinale è dovuto, “alla necessità di tenere nei magazzini le dosi che servono per i richiami”. “La prossima settimana arriveranno nelle regioni i primi 2.679 medici e infermieri che hanno partecipato al bando per rafforzare la capacità di somministrare” il vaccino. Lo ha detto il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 Domenico Arcuri nella conferenza stampa per fare il punto sulle attività per il contrasto e il contenimento dell’epidemia. “Le candidature già vagliate sono finora 20.795”.

Leggi anche:
Monta la protesta tra i ristoratori: vogliamo lavorare

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti