Coronavirus in Italia: stabile il numero dei contagiati ma cala quello delle vittime

25 marzo 2020

Sono 74.386 i casi totali di ‘Coronavirus’ in Italia, 5.210 in più di ieri. In lieve calo rispetto all’incremento comunicato 24 ore fa, 5.249. Di questi, 57.521 sono gli attualmente positivi (un aumento di 3.491, meno dei 3.612 di ieri), 9.362 i guariti (+1.036 contro +894 di ieri), e 7.503 i morti con 683 decessi in più, dato anche questo in calo (ieri erano stati 743). I numeri sono stati resi noti dalla Protezione Civile, a Roma, anche in assenza del commissario Angelo Borrelli, ma con Luigi d’Angelo, coordinatore dell’ufficio. Secondo la tabella sono 23.112 le persone ricoverate con sintomi (erano 21.937 ieri), 3.489 in terapia intensiva (contro 3.396 di ieri) e 30.920 in isolamento domiciliare (erano 28.697 ieri). “In campo ci sono 9600 volontari che si aggiungono alle altre forze di polizia e alle forze armate che stanno operando sul territorio. Ci sono 720 tende pre triage”, ha detto D’Angelo.

Secondo i dati resi noti dalla Protezione civile risultano ad oggi 683 deceduti e 1036 persone guarite. Nella tabella messa a disposizione dei cronisti non è presente il dato dei dimessi/guariti della Basilicata. La Lombardia continua ad essere la prima regione tra quelle in prima linea nella lotta al Coronavirus. Secondo i dati diffusi dalla Protezione civile ci sono in Lombardia 20.591 casi positivi, un sostanziale incremento rispetto ai 19.868 di ieri. Intanto sempre oggi dalla Lombardia sono stati trasferiti tre pazienti. Un paziente è stato trasferito a Genova e due a Lipsia. “Voglio segnalare il grande contributo che sta dando la Germania – ha detto Luigi d’Angelo – Altri pazienti verranno trasferiti nelle prossime giornate sia con mezzi dell nostra aeronautica sia con mezzi che arriveranno dalla Germania”. 

Leggi anche:
Bielorussia, liberati oltre mille manifestanti

Risultano 9.362 persone guarite in Italia dopo aver avuto il ‘Coronavirus’, e secondo la tabella della Protezione civile, 1.036 in più di ieri. Sempre in base al diagramma ormai ben noto sono 3.491 i nuovi positivi al ‘Coronavirus’. Un dato in calo rispetto a ieri quando se ne erano registrati 3.612 e rispetto a lunedì (3.780). Secondo gli osservatori della vicenda è il quarto giorno consecutivo in cui il numero di contagiati cala. Il totale dei malati sale a 57.521. Dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate in totale 74.386 persone. Ieri era 69.176. Di qui il numero di 5.210 ‘casi totali’ così come indicato nel diagramma. D’Angelo ha spiegato che entro tre giorni verrà realizzato dalla Cina un ospedale da campo nelle Marche nel quale lavoreranno 50 medici, 80 infermieri e 30 tecnici tutti provenienti dal paese asiatico. D’Angelo, in sede di incontro con la stampa, ha sottolineato che si tratta di tutti sanitari ed esperti che “hanno lavorato a Wuhan e che potranno portare un’esperienza importante”.

E intanto, questa mattina il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha accusato sintomi febbrili e, a scopo precauzionale, ha lasciato la sede del Dipartimento. Al commissario è stato fatto un nuovo tampone per il coronavirus dopo quello negativo di qualche giorno fa e si attende l’esito dell’esame. “Il Dipartimento continua nelle sue attività, siamo vicini al dottor Borrelli – ha detto Agostino Miozzo, dirigente della Protezione Civile -. Lavoriamo senza sosta, garantendo tutte le funzionalità”. Il dirigente della Protezione civile, ha evidenziato che “in campo ci sono 9600 volontari che si aggiungono alle altre forze di polizia e alle forze armate che stanno operando sul territorio. Ci sono 720 tende pre triage”.

Leggi anche:
Trump: l'accordo tra Israele ed Emirati Arabi sarà siglato in Usa
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti