Coronavirus, Aifa: in Italia prime fiale di vaccino il 25 dicembre

Coronavirus, Aifa: in Italia prime fiale di vaccino il 25 dicembre
19 dicembre 2020

Sono 16.308 i nuovi contagiati e 553 i morti nelle ultime 24 ore in Italia. E’ quanto riporta l’odierno bollettino sull’emergenza coronavirus del ministero della Salute-Iss. Ieri i nuovi casi positivi erano stati 17.992, 674 i decessi. Sempre nelle ultime 24 ore, sono entrate in terapia intensiva 160 le persone, ma in termini relativi calano di 35 unità i ricoverati nello stesso reparto, che oggi sono 2.784. Cala di 440 il numero complessivo di persone ricoverate, e oggi se ne contano 28.148. Il numero di persone dimesse o guarite dall’inizio della pandemia in Italia è di 1.249.470, con un aumento di 23.384 persone nelle ultime 24 ore. Sul fronte tamponi, nelle ultime 24 ore se ne sono fatti 176.185, ieri 179.800. Il numero di tamponi dall’inizio della pandemia è arrivato ora a 24.991.705, quello delle persone testate 14.225.200.

E’ 9,256179583960042 il tasso di positività del coronavirus in Italia se si calcola il numero di nuovi positivi (16.308) in base all’incremento di tamponi nelle ultime 24 ore (176.185), il cui risultato sarà in realtà spalmato su più giorni. Ieri lo stesso parametro era 10,006674082313683. Il Veneto è ancora la prima regione per numero assoluto di nuovi contagi da coronavirus, 3.834, a quanto riporta il bollettino quotidiano del ministero della Salute. Seguono Lombardia (1.944), Puglia (1.382), Emilia-Romagna (1.641), Lazio (1.410). Sotto i mille si trovano Friuli Venezia Giulia (97), Campania (949), Sicilia (878), Piemonte (638), Toscana (540), Sardegna (380), Marche (369), Liguria (271), Umbria (219), Calabria (207), provincia autonoma di Bolzano (195) e provincia autonoma di Trento (183). Chiudono la classifica dei numeri assoluti di nuovi casi registrati dal sistema sanitario regionale Abruzzo (156), Basilicata (66), Molise (49) e Valle d’Aosta (23).

PRIMI VACCINI A NATALE

“Il 24 dicembre, una volta che il vaccino sarà approvato dall`Agenzia europea lunedì 21 dicembre e poi congiuntamente dalla Commissione europea e da Aifa, camion dell`azienda Pfizer partiranno dal sito di produzione in Belgio coniprimi quantitativi. Il 25 dicembre, scortati dall`esercito, raggiungeranno lo Spallanzani. Da qui, tra il 25 e il 26, le dosi saranno inviate alle Regioni. Il 27 saremo pronti a cominciare con una grande e comune somministrazione europea dimostrativa”. Lo spiega al Corriere della Sera, Nicola Magrini, 59 anni, medico specializzato in farmacologia clinica, direttore dell`Agenzia italiana del Farmaco.

“Il 27 dicembre è una data concordata con l`Ue per dare un segnale di unità e condivisione. Si era discusso di anticipare ulteriormente al giorno di Natale, ma ci siamo accordati per il 27. In Italia 10mila operatori sanitari, medici e infermieri, si sono prenotati spontaneamente per la vaccinazione che consentirà in partenza di avere ospedali Covid free. Inizieranno regolari consegne settimanali da circa 300mila dosi ciascuna, destinate ai 222 punti di vaccinazione già indicati dalle Regioni ai quali se ne aggiungeranno altri fino ad arrivare ai 300 concordati. Tutti dotati di celle frigorifere capaci di garantire la temperatura di conservazione del vaccino”, aggiunge.

LO SCENARIO PER REGIONE

LOMBARDIA

Sono 1.944 i nuovi casi positivi registrati oggi in Lombardia a fronte di 27.044 tamponi effettuati (7,1 per cento). Lo comunica il quotidiano report della Regione spiegando che continuano a diminuire i ricoverati in terapia intensiva, dove oggi si trovano 592 persone (-10 rispetto a ieri) e nei reparti Covid dove oggi sono ricoverate 4.495 persone, 161 meno di ieri. Crescono i decessi, oggi 105, contro i 60 di ieri, mentre i guariti/dimessi sono 2.396. Nelle diverse province lombarde si registrano 700 casi nel Milanese, di cui 283 in città, in netto calo rispetto ai 486 contagi di ieri. In provincia di Brescia vi sono 248 positivi in più, 145 a Monza Brianza, 144 a Mantova, 112 a Bergamo, 129 a Como, 121 a Pavia. Sotto i 100 casi troviamo Varese (80), Cremona (73), Sondrio (56), Lecco (46), Lodi (27).

VALLE D’AOSTA

Sono 23 i nuovi casi di contagio registrati in Valle d’Aosta, 358 i tamponi effettuati. Sono 28 i guariti e 1 solo decesso. Attualmente sono 494 i positivi di cui 76 ricoverati (38 all’ospedale Parioni, 32 all’Isav, 6 all’ospedale da campo); 4 in terapia intensiva; 414 in isolamento domiciliare. Ad oggi il totale dei tamponi processati è di 68.003.

PIEMONTE

Sono 848 i nuovi casi di persone risultate positive nelle ultime 24 ore in Piemonte, pari al 4,9% dei 17.145 tamponi eseguiti, di cui 6.724 test antigenici. Gli asintomatici sono 363, ovvero il 42,8%. L’Unità di crisi regionale ha registrato anche 38 decessi, di cui due verificatisi oggi, e 3.307 guariti. Prosegue il calo dei ricoverati: 234 (-9 rispetto a ieri) in terapia intensiva, 3.437 (-79) negli altri reparti. Le persone in isolamento domiciliare sono 37.877. Dall’inizio della pandemia, in Piemonte i decessi sono stati 7.499, mentre i positivi sono 191.483 e i guariti 142.436.

TRENTINO

Sono 149 i nuovi positivi in Trentino a fronte di 3.687 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono 263 positivi che sono emersi dai 2.085 test antigenici effettuati. “Se si considerano solo i tamponi molecolari l’incidenza è del 4,9% ovvero in calo”, ha detto il governatore del Trentino Maurizio Fugatti. Il numero dei ricoverati negli ospedali trentini rimane costante e costante rimane anche il numero dei 50 pazienti in terapia intensiva. I guariti sono 680. Nelle ultime 24 ore ci sono stati altri 4 decessi, di cui tre fra i pazienti ricoverati negli ospedali. Il governatore Fugatti nella sua conferenza stampa online ha anche spiegato il senso dell’ordinanza di ieri che estende il coprifuoco in Trentino sin dalle ore 20. “Eravamo in una classificazione di rischio alta, ora siamo stati classificati a rischio moderato, ma permangono alcuni parametri di criticità”, ha detto Fugatti. A seguito della nuova ordinanza in Trentino fino al 24 dicembre ci saranno anche delle nuove restrizioni per l’accesso ai negozi che sarà consentito ad un numero più ristretto di persone.

Leggi anche:
Arcuri indagato per peculato e abuso d'ufficio

PROVINCIA DI BOLZANO

I laboratori dell’Azienda sanitaria di Bolzano nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.822 tamponi e registrati 195 nuovi casi positivi. Otto pazienti sono deceduti, portando il numero complessivo dei decessi a 687. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati anche 3032 test antigenici, di cui 101 hanno dato esito positivo. Nei normali reparti ospedalieri sono ricoverati 175 pazienti Covid-19 e altri 145 nelle strutture private convenzionate. In isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes si trovano 33 persone. I pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva sono 23. Attualmente 6.322 persone si trovano in isolamento domiciliare. Le persone guarite sono complessivamente 23.995, si legge nella nota dell’azienda sanitaria.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 974 nuovi contagi su 12.921 tamponi (pari al 7.54%), di cui 1.825 antigenici rapidi. In riduzione i decessi (8 casi più 1 pregresso, 23 in meno rispetto a ieri) e in miglioramento anche le terapie intensive (55 totali, -4) e i ricoveri in altri reparti (594, -7). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 44.533, di cui: 9.462 a Trieste, 19.812 a Udine, 9.445 a Pordenone e 5.269 a Gorizia, alle quali si aggiungono 545 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 14.127. I decessi complessivamente ammontano a 1.408, con la seguente suddivisione territoriale: 420 a Trieste, 612 a Udine, 287 a Pordenone e 89 a Gorizia. I totalmente guariti sono 28.998 mentre i clinicamente guariti 647, mentre le persone in isolamento risultano essere 12.831.

VENETO

“In Veneto sono stati eseguiti 3,1 milioni di test molecolari, 1,5 mln di rapidi. I test molecolari effettuati nelle ultime 24 ore sono 18.924, i rapidi 39.877 per un totale di 58.801 tamponi nelle ultime 24 ore. Su questi tamponi i positivi a coronavirus nelle ultime 24 ore sono 3.834 pari al 6,52%. I positivi totali sono 213.054 da inizio della pandemia, gli attuali sono 97.816. I ricoverati sono 3.213, 369 in terapia intensiva (+4), 2.844 in area non critica (-89), 5.382 +114 i decessi, i dimessi sono 9.415 (+170)”. E’ questo il bollettino regionale sul coronavirus in Veneto illustrato dal presidente della giunta regionale, Luca Zaia nel corso del punto stampa presso la Protezione Civile a Marghera.

EMILIA-ROMAGNA

Dall`inizio dell`epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 153.844 casi di positività, 1.641 in più rispetto a ieri, su un totale di 13.851 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’11,8%. Prosegue l`attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 750 sono asintomatici individuati nell`ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 405 erano già in isolamento al momento dell`esecuzione del tampone, 541 sono stati individuati all`interno di focolai già noti. L`età media dei nuovi positivi di oggi è 44,5 anni. Sui 750 asintomatici, 386 sono stati individuati grazie all`attività di contact tracing, 72 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 con gli screening sierologici, 14 tramite i test pre-ricovero. Per 266 casi è ancora in corso l`indagine epidemiologica. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 13.851 tamponi, per un totale di 2.412.286. A questi si aggiungono anche 514 test sierologici e 3.625 tamponi rapidi effettuati da ieri. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.944 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 85.872. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 60.949 (-1.376 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 57.924 (-1.430), oltre il 95% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 73 nuovi decessi. In totale, dall`inizio dell`epidemia i decessi in regione sono stati 7.023. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 206 (-1 rispetto a ieri), 2.819 quelli negli altri reparti Covid (+55).

LIGURIA

Sono 271 i nuovi casi di positività in Liguria, registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 4041 tamponi molecolari. Il rapporto tra tamponi e positivi è del 6,7% , in calo, rispetto al 7,61% di ieri. Il dato nazionale è del 9,2%. I nuovi positivi sono 36 nella provincia di Imperia, 65 in quella di Savona, 41 nello Spezzino, 43 nel Tigullio e 86 nella Asl3 di Genova. Il totale dei positivi è 7587, appena 3 in meno rispetto a ieri. Si registrano ancora 12 morti, 7 uomini e 5 donne, per un totale di 2766. I guariti sono 262. In isolamento domiciliare ci sono 6.324 persone, 356 in meo rispetto al giorno precedente, mentre in sorveglianza attiva ce ne sono 8.300, ieri erano 6.469. La crescita è avvenuta in tutte le province tranne La Spezia. In quella di Imperia ci sono 2.218 persone (+764), in quella di Savona ce ne sono 810 (+211), nel Tigullio 913 (+290), nella Asl3 di Genova 3612 (+629), alla Spezia 747 (-63).

Leggi anche:
Covid, 1.597 nuovi casi in 24 ore in Italia e 44 decessi

TOSCANA

In Toscana sono 540 i positivi in più rispetto a ieri, su un totale, da inizio epidemia, pari a 115.300 unità. I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell’1% e raggiungono quota 98.859 (85,7% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.780.010, 11.028 in più rispetto a ieri, di cui il 4,9% positivo. Sono, invece, 3.976 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 13,6% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 4.736 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 13.026, -3,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.187 (13 in meno rispetto a ieri), di cui 189 in terapia intensiva (2 in meno). Oggi si registrano 25 nuovi decessi: 14 uomini e 11 donne con un’età media di 78,1 anni. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.187 (13 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%), 189 in terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri, meno 1%). Le persone complessivamente guarite sono 98.859 (1.008 in più rispetto a ieri, più 1%). Sono 3.415 i deceduti dall’inizio dell’epidemia.

ABRUZZO

Scendono ancora in Abruzzo i contagiati con 156 nuovi positivi di età compresa tra 2 e 95 anni di 27 in provincia dell’Aquila, 52 di Chieti, 39 di Pescara e 38 di Teramo, nel totale provinciale sono compresi 2 casi dei giorni scorsi la cui residenza è stata accertata e quindi attribuita alla provincia di appartenenza) su 3989 tamponi. Nel report regionale risultano purtroppo anche 9 deceduti (di cui 2 risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalla Asl), 19195 guariti (+380), 12940 attualmente positivi (-235), 565 ricoverati in area medica (+ 6), Coronavirus, sabato 19 dicembre.

UMBRIA

Sono 219 i nuovi contagi accertati in Umbria nelle ultime 24 ore, su oltre 5.000 tamponi (5.158), con un tasso di positività al 4,24% che continua quindi a scendere, dopo il 4,9 di ieri e il 5,3 del giorno precedente. Secondo i dati ufficiali della Regione, aggiornati a oggi, i guariti nell’ultimo giorno sono stati 193 (22.604 in tutto) e sei i decessi (559 dall’inizio della pandemia). Gli attualmente positivi sono 3.965. I ricoverati sono 302, sei meno di ieri, dei quali 41 sono in terapia intensiva (ieri erano 43). I casi complessivamente registrati in Umbria sono 27.128. i tamponi eseguiti fino ad ora sono 475.045.

MARCHE

Nelle Marche sono stati individuati 369 nuovi casi, il 22,3% rispetto ai 1.656 tamponi processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 381, il 21,7% dei 1.756 test. Il totale dei positivi individuati dall’inizio della crisi pandemica è salito così a 36.924. Nelle ultime 24 ore è passato da 491 a 481 (-10) il numero dei ricoverati nella regione: i degenti in terapia intensiva ora sono 65 (+1), 129 in semintensiva (-5) e 287 (-6) in reparti non intensivi. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione; nell’ultima giornata sono stati dimessi in 41. In calo anche gli ospiti di strutture territoriali (251, -10) e gli assistiti nei pronto soccorso (10, -6). Scende sotto i 10mila anche il numero di positivi in isolamento domiciliare (da 10.051 a 9.589, -462) mentre i guariti ora sono 25.358 (-831). Gli isolati in casa per contatto con contagiati attualmente sono 11.536 (3.350 con sintomi e 570 operatori sanitari.

LAZIO

“Oggi su 15 mila tamponi nel Lazio (-932) si registrano 1.410 casi positivi (-18), 41 i decessi (-33) e +1.939 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi e` stabile al 9%. I casi a Roma citta` tornano sotto i 700 (631). Mantenere il massimo rigore ed evitare gli assembramenti durante lo shopping”. Così l`Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D`Amato.

BASILICATA

La task force regionale comunica che ieri, 18 dicembre, sono stati processati 733 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 67 (e fra questi 66 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le guarigioni registrate sono 124. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 5.795 (5.855 all’ultimo aggiornamento), di cui 5.689 in isolamento domiciliare. Sono 3.687 le persone guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 216 quelle decedute: ieri erano 214. Sono 106 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 36 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 24 in Pneumologia e 8 in Medicina d’urgenza, 5 in Terapia intensiva dell’ospedale San Carlo; a Matera 18 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva e 10 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 173.289 tamponi, di cui 161.242 risultati negativi.

Leggi anche:
Covid, via libera Ema a produzione vaccino Pfizer a Monza e Anagni

PUGLIA

In Puglia nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.848 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.382 casi positivi: 566 in provincia di Bari, 49 in provincia di Brindisi, 153 nella provincia BAT, 241 in provincia di Foggia, 55 in provincia di Lecce, 309 in provincia di Taranto, 6 residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. Lo riferisce la Regione Puglia in una nota sottolineando che ci sono stati 26 decessi: 18 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 951.771 test. 24.263 sono i pazienti guariti. 53.389 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 79.808, così suddivisi: 30.676 nella Provincia di Bari; 9.270 nella Provincia di Bat; 5.840 nella Provincia di Brindisi; 17.603 nella Provincia di Foggia; 6.260 nella Provincia di Lecce; 9.621 nella Provincia di Taranto; 468 attribuiti a residenti fuori regione; 70 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

CAMPANIA

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 949 positivi al Coronavirus, 1.424 guariti e 32 decessi, di cui 7 nelle ultime 48 ore e 25 deceduti in precedenza, ma registrati ieri. Gli asintomatici sono 885 e i sintomatici 64. A comunicarlo l’Unità di crisi regionale.
Il totale dei contagi da Covid-19, da inizio pandemia, sale a 179.677, i morti sono 2.560 e le guarigioni 92.927. I tamponi processati complessivamente 1.893.908 di cui 15.739 eseguiti ieri. Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 122 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.598 occupati.

CALABRIA

In Calabria continua a scendere il numero complessivo dei ricoveri passati nelle ultime 24 ore da 315 a 311 (-4). Il dato emerge dal bollettino quotidiano della Regione. La riduzione odierna riguarda le malattie infettive (-4 rispetto a ieri, per 290 ricoveri complessivi), mentre restano stabili i ricoveri nelle terapie intensive (21 ricoveri complessivi). A Catanzaro i ricoveri sono 44 (di cui 3 in terapia intensiva), a Cosenza 112 (di cui 4 in ospedale da campo e 11 in terapia intensiva), a Reggio Calabria 106 (di cui 7 in terapia intensiva), a Crotone 38, a Vibo Valentia 11.

SICILIA

Sono 878 i nuovi casi registrati oggi in Sicilia, lo stesso numero di pazienti che risultano guariti; 7.237 i tamponi eseguiti e 22 i decessi, che portano il totale a 2.131. Con i nuovi casi sono 33.843 gli attuali positivi. Di questi sono ricoverati 1.245 pazienti, 28 in meno rispetto al dato complessivo di ieri; 1.071 dei quali in regime ordinario 20 in meno rispetto a ieri; 174 in terapia intensiva 8 in meno rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 32.598. Sul fronte della distribuzione fra le province Catania registra 278 nuovi casi, Palermo 180, Messina 190, Ragusa 61, Trapani 50, Siracusa 55, Agrigento 14, Caltanissetta 16, Enna 34.

SARDEGNA

Sono 28.075 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall`inizio dell’emergenza. Nell`ultimo aggiornamento dell`Unità di crisi regionale sono stati rilevati 380 nuovi casi. Si registrano anche 9 decessi (653 in tutto), quattro uomini e cinque donne tra 74 e 97 anni. Le vittime: quattro residenti della provincia del Sud Sardegna, tre della Città Metropolitana di Cagliari, e due rispettivamente delle province di Oristano e Sassari. In totale sono stati eseguiti 444.991 tamponi con un incremento di 4.068 test. Sono invece 533 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (quattordici in meno rispetto al dato di ieri), mentre è di 52 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.091. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 11.504 (+287) pazienti guariti, più altri 242 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 28.075 casi positivi complessivamente accertati, 6.151 (+116) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 4.420 (+44) nel Sud Sardegna, 2.214 (+41) a Oristano, 5.659 (+105) a Nuoro, 9.631 (+74) a Sassari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti