Coronavirus, più tamponi meno contagi. Risalgono i morti ma terapie intensive sempre più vuote

Coronavirus, più tamponi meno contagi. Risalgono i morti ma terapie intensive sempre più vuote
17 ottobre 2021

Calano i nuovi casi di Covid in Italia, aumentano leggermente i ricoveri che da giorni registravano un segno meno. Una piccola risalita invece si registra sui morti rispetto a ieri. Intanto, con l’accelerazione degli ultimi giorni, i Green pass scaricati hanno superato quota 100 milioni, 100.595.790 nello specifico. Lo ‘sprint’ si è dunque registrato a cavallo dall’entrata in vigore dell’obbligo della certificazione per i lavoratori: tra il 14 ed il 16 ottobre sono stati infatti scaricati ben 2,5 milioni con il record toccato proprio venerdì (867.039). Di questi ultimi la grande maggioranza (1,8 milioni) sono a seguito di tamponi; seguono quelli derivanti da vaccinazione (643.184) e, infine, con una quota residuale, le certificazioni derivanti da guarigione (10.880).

Scarica l’odierno bollettino del ministero della Salute

Dall’odierno bollettino del ministero della Salute emerge un lieve calo dei contagi, come detto, se ne contano 2.437, rispetto ai 2.983 di ieri ma in lieve rialzo rispetto ai 2.278 di domenica scorsa. Bisogna però tenere conto che i tamponi totali effettuati sono 381.051, oltre centomila in più di una settimana fa, per un tasso di positività dello 0,64% (era lo 0,84% domenica scorsa). Nelle ultime 24 ore sono stati 24 i decessi(ieri 14), che portano il totale di vittime da inizio pandemia a 131.541. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 349, tre in meno di ieri, mentre sono 15 in più i ricoverati nei reparti ordinari, 2.386 in tutto. Infine, diminuisce il numero delle persone attualmente malate: 77.569 contro i 78.071 di ieri. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Campania (313), poi Lombardia (297), Lazio (288) e Veneto (253). 

Leggi anche:
Tribunale Israele: Eitan deve rientrare in Italia entro 12 dicembre

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti