Coronavirus, Sileri: serve un piano nazionale per aumentare i tamponi

Coronavirus, Sileri: serve un piano nazionale per aumentare i tamponi
A sinistra, il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri e il dottor Matteo Bassetti
1 settembre 2020

Contagi da Covid-19 in calo anche nelle ultime 24 ore, a fronte di un aumento dei tamponi. Sono 978 i nuovi casi di coronavirus positivi individuati in Italia, rispetto a ieri 18 contagi in meno. Otto le vittime, due in più di ieri. Effettuati oltre 81mila tamponi, ieri erano stati 53mila. Lo evidenzia l’odierno bollettino del ministero della Salute, secondo il quale gli attualmente positivi sono ad oggi 26.754. Di questi, 25.267 si trovano in isolamento domiciliare, 1.380 sono ricoverati con sintomi.

Sale però ancora il numero dei pazienti che necessitano della terapia intensiva: oggi sono 107 contro i 94 di ieri, tredici in più. In aumento anche i ricoveri, 92 in più in tutto. La percentuale maggiore di nuovi casi (il 24,7 per cento) è stata registrata oggi in Lombardia, con 242, davanti a Lazio (125) e Campania (102). La Valle d’Aosta è l’unica regione senza nuovi casi. Le otto vittime sono distribuite tra Lombardia (2), Veneto (2), Toscana, Campania, Puglia e Sicilia. Lombardia (21) e Sicilia (10) le regioni con il maggior numero di pazienti in terapia intensiva. 

Intanto, il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, tornando a parlare dell’emergenza coronavirus in Italia afferma che “abbiamo una sfida davanti a noi: vivere con responsabilità, riducendo le chance del contagio, e gestire gli effetti e non più le cause della malattia, con un`intensificazione dei test”. E “un piano nazionale per aumentare i tamponi risponde eccellentemente a questa sfida e rappresenta la via alla normalità”.

LO SCENARIO PER REGIONE

LOMBARDIA

A fronte di 16.200 tamponi effettuati sono 242 i nuovi positivi al Coronavirus riscontrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, con un rapporto tra numero di tamponi e positivi riscontrati dell’1,49 %, e 2 i morti. Lo ha riferito la Regione nel bollettino quotidiano. Tra i nuovi casi positivi 36 lo sono ‘debolmente’ e 9 a seguito di test sierologico. In terapia intensiva ci sono attualmente 21 persone (-1), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono a quota 212 (+17). I guariti/dimessi raggiungono il totale complessivo di 76.368 (+110), di cui 1.300 dimessi e 75.068 guariti.

VALLE D’AOSTA

Calano da 31 a 30 i casi di persone positive in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore, con un aumento però (da due a tre) dei ricoverati con sintomi all’ospedale Parini di Aosta. Passano da 29 a 27 gli isolamenti domiciliari e da 1.064 a 1.065 i dimessi guariti. I tamponi effettuati sono stati 164. I casi totali restano 1.241 e i morti 146.

PIEMONTE

Oggi l`Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica al termine della malattia, sono 26.846 (+12 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3369 (+7) Alessandria, 1606 (+0) Asti, 848 (+0) Biella, 2556 (+1) Cuneo, 2.400 (+0) Novara, 13.763 (+4) Torino, 1137 (+0) Vercelli, 986 (+0) Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 181 (+0) provenienti da altre regioni. Altri 467 sono “in via di guarigione”, ossia negativi al primo tampone di verifica, dopo la malattia e in attesa dell`esito del secondo. I decessi rimangono 4146 Nessun decesso di persona positiva al test del Covid-19 è stato comunicato nel pomeriggio dall`Unità di Crisi della Regione. Il totale rimane quindi di 4146 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 681 Alessandria, 256 Asti, 208 Biella, 399 Cuneo, 373 Novara, 1834 Torino, 223 Vercelli, 132 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 40 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

La situazione dei contagi Sono 32.923 (+ 42 rispetto a ieri, di cui 24 asintomatici. Dei 42 casi, 13 screening, 22 contatti di caso, 7 con indagine in corso. I casi importati sono 19 su 42), i casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte, così suddivisi su base provinciale: 4177 Alessandria, 1919 Asti, 1076 Biella, 3114 Cuneo, 3012 Novara, 16.417 Torino, 1558 Vercelli, 1185 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 285 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 180 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 7 (come ieri ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 92 (- 6rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 1365. I tamponi diagnostici finora processati sono 591.905, di cui 330.273 risultati negativi.

TRENTINO

Nella provincia autonoma di Trento sono 3 i nuovi casi positivi al Coronavirus riscontrati nelle ultime ore dall`azienda per i servizi sanitari. Nel rapporto odierno si specifica che 2 di questi presentano sintomi. Tra di loro non c`è nessun minorenne. In ospedale sono ricoverati per Coronavirus 5 pazienti, di cui uno rimane affidato alle cure intensive. I tamponi analizzati nella giornata di ieri sono 695.

VENETO

Sono 97 i nuovi casi positiv registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, che portano a oltre 23 mila (23.026) i contagiati dall’inizio della pandemia. Il dato emerge dal Bollettino regionale, che registra inoltre due decessi portando il totale a 2.122. I soggetti attualmente positivi sono 2.460, 73 in più rispetto a ieri. In isolamento ci sono 7.153 persone, di cui 129 positive. Salgono anche i ricoveri in ospedale, con 150 pazienti (+13) nei reparti non critici, di cui 69 (+18) positivi, e 13 (+2) in terapia intensiva di cui 9 (+1) positivi.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Le persone attualmente positive al coronavirus in Friuli Venezia Giulia sono 383 (11 più di ieri). Due pazienti sono in cura in terapia intensiva, mentre 12 sono ricoverati in altri reparti. Non si sono registrati nuovi decessi (348 in totale). Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute. Oggi sono stati rilevati 17 nuovi contagi; quindi, analizzando i dati complessivi dall’inizio dell’epidemia, le persone risultate positive al virus sono 3.786: 1.481 a Trieste, 1.190 a Udine, 836 a Pordenone e 267 a Gorizia, alle quali si aggiungono 12 persone da fuori regione. I totalmente guariti ammontano a 3.055, i clinicamente guariti sono 6 e le persone in isolamento 363. I deceduti sono 197 a Trieste, 77 a Udine, 68 a Pordenone e 6 a Gorizia.

LIGURIA

In Liguria sono 19 i nuovi casi di Coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto la Regione Liguria, sottolineando che da ieri sono stati effettuati 1721 tamponi. Al momento in tutto il territorio regionale sono 44 le persone ricoverate in ospedale, 5 più di ieri, di cui 5 in terapia intensiva, mentre sono 1651 quelle positive e 1482 quelle sottoposte a sorveglianza attiva.

EMILIA ROMAGNA

In Emilia Romagna su oltre 10.700 tamponi 99 nuovi positivi, di cui 45 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. 23 i casi di rientro dall’estero, 16 da altre regioni, in oltre la metà dei casi (55) tamponi effettuati su persone già in isolamento. Nessun decesso Effettuati anche più di 1.800 test sierologici. Età media 34 anni. Le persone guarite salgono a 24.497 (+15). 3.061 i casi attivi (+84), il 95% con sintomi lievi in isolamento a casa. Il maggior numero di nuovi casi nelle province di Modena (22), Bologna (20), Ravenna (12) e a Forlì (10). Dall`inizio dell`epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 32.021 casi di positività, 99 in più rispetto a ieri, di cui 45 asintomatici individuati nell`ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Il numero di tamponi effettuati supera i 10.700. Prosegue l`attività di controllo e prevenzione: dei 99 nuovi casi, più della metà (55) erano già in isolamento al momento dell`esecuzione del tampone e 49 sono stati individuati nell`ambito di focolai già noti.

Leggi anche:
Ristoratori bloccano A1. Fipe: aiutare chi resta chiuso

Sono 23 i nuovi contagi collegati a rientri dall`estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l`isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 16. L`età media dei nuovi positivi di oggi è 34 anni. Su 45 nuovi asintomatici, 12 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 32 grazie all`attività di contact tracing mentre 1 caso è emerso dai test pre-ricovero.
Per quanto riguarda la situazione sul territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Modena (22), Bologna (20) e Ravenna (12) e a Forlì (10). In provincia di Modena, su 22 casi 10 sono stati individuati al rientro dall`estero (2 India, 4 Albania, 2 Spagna e 2 Grecia), 4 fanno riferimento a ritorni dalla Sardegna, 1 è un contatto di caso positivo rientrato dalla Sardegna, 3 fanno parte di focolai familiari, 4 infine sono stati classificati come sporadici.

A Bologna e provincia, su 20 nuovi casi, 5 sono stati individuati al ritorno dalla Sardegna, 5 di rientro dall`estero (2 dalla Francia, 1 dall`Ucraina, 2 dalla Russia), 6 da tracciamento seguito a focolai familiari, 3 sono riconducibili al cluster isolato alla discoteca di Cervia, 1 ha effettuato il tampone per presenza di sintomi. In provincia di Ravenna, su 12 nuovi casi, 10 sono stati individuati grazie al contact tracing a partire da positivi già noti, principalmente in ambito familiare, 1 è stato diagnosticato al rientro dall`estero (Albania) e 1 ha eseguito il tampone sempre per la presenza di sintomi. A Forlì su 10 nuovi positivi, 3 sono riconducibili alla discoteca di Cervia, 1 è stato individuato al rientro dalla Sardegna, 1 di ritorno dall`estero (Romania), 2 sono contatti stretti di positivi già noti, 2 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 1 ha effettuato spontaneamente i controlli in un laboratorio privato. In Emilia Romagna i tamponi effettuati ieri sono 10.764, per un totale di 910.497. A questi si aggiungono anche 1.880 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 3.061 (84 in più di quelli registrati ieri). Non si registra nessun decesso in tutta l`Emilia-Romagna. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.946 (+84 rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. Restano stabili i pazienti in terapia intensiva (9) e quelli ricoverati negli altri reparti Covid (106).

Le persone complessivamente guarite sono 24.497 (+15 rispetto a ieri): 25 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all`infezione, e 24.472 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.816 a Piacenza (invariato), 3.972 a Parma (+9, di cui 5 sintomatici), 5.389 a Reggio Emilia (+8, di cui 4 sintomatici), 4.419 a Modena (+22, di cui 14 sintomatici), 5.699 a Bologna (+20, di cui 13 sintomatici), 501 casi a Imola (invariato), 1.231 a Ferrara (+7, di cui 2 sintomatici), 1.447 a Ravenna (+12, di cui 5 sintomatici), 1.139 a Forlì (+10, di cui 4 sintomatici), 975 a Cesena (+7, di cui 5 sintomatici) e 2.433 a Rimini (+4, di cui 2 sintomatici).

TOSCANA

In Toscana sono 11.898 i casi di positività al Coronavirus, 40 in più rispetto a ieri (11 identificati in corso di tracciamento e 29 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 9.175 (77,1% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 544.447, 4.929 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 1.581, +0,4% rispetto a ieri. Oggi si registra un nuovo decesso: un uomo di 79 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’età media dei 40 casi odierni è di 41 anni circa (il 25% ha meno di 26 anni, il 23% tra 26 e 40 anni, il 42% tra 41 e 65 anni, il 10% ha più di 65 anni) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 55% è risultato asintomatico, il 33% pauci-sintomatico, il 9% lieve. Delle 40 positività odierne, 1 caso è ricollegabile a rientri dall’estero. 5 casi sono ricollegabili a rientri da altre regioni italiane (4 Sardegna, 1 EmiliaRomagna). Il 43% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.691 i casi complessivi ad oggi a Firenze (18 in più rispetto a ieri), 625 a Prato (2 in più), 829 a Pistoia (4 in più), 1.235 a Massa (7 in più), 1.536 a Lucca, 1.069 a Pisa (3 in più), 557 a Livorno, 846 ad Arezzo (4 in più), 510 a Siena (1 in più), 486 a Grosseto (1 in più). Sono 514 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 24 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 10 nella Nord Ovest, 6 nella Sud est. La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 319 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 446 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 634 casi x100.000 abitanti, Lucca con 396, Firenze con 365, la più bassa Livorno con 166. Complessivamente, 1.519 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (5 in più rispetto a ieri, più 0,3%). Sono 3.871 (137 in più rispetto a ieri, più 3,7%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 1.670, Nord Ovest 1.496, Sud Est 705). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 62 (2 in più rispetto a ieri, più 3,3%), 9 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 12,5%).

Le persone complessivamente guarite sono 9.175 (32 in più rispetto a ieri, più 0,3%): 163 persone clinicamente guarite (16 in più rispetto a ieri, più 10,9%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 9.012 (16 in più rispetto a ieri, più 0,2%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo. Oggi si registra un nuovo decesso: un uomo di 79 anni. Relativamente alla provincia di notifica, la persona deceduta è a Lucca. Sono 1.142 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 417 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 175 a Massa Carrara, 147 a Lucca, 91 a Pisa, 63 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,6 x100.000 residenti contro il 58,8 x100.000 della media italiana (11esima regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (89,8 x100.000), Firenze (41,2 x100.000) e Lucca (37,9 x100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x100.000).

Leggi anche:
Monta la protesta tra i ristoratori: vogliamo lavorare

UMBRIA

Dieci nuovi casi di positività, 1.803 dall’inizio della pandemia, sono stati accertati in Umbria a fronte di un numero record di tamponi, 2.251, in totale 156.422. Emerge dagli aggiornamenti forniti dalla Regione sul suo sito. Segnalato un ricoverato in meno negli ospedali, 11, due in terapia intensiva. Stabili a 80 i morti e a 1.440 i guariti, salgono a 283 gli attualmente positivi.

ABRUZZO

Rispetto a ieri in Abruzzo si registrano 5 nuovi casi (di età compresa tra 24 e 73 anni), mentre il numero dei pazienti deceduti resta fermo a 472. I 5 nuovi casi di oggi si riferiscono alle province dell`Aquila (4) e di Teramo (1). Al totale di 3780 casi sono stati sottratti 2 casi comunicati nei giorni scorsi e risultati già in carico ad altre Regioni. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 2902 dimessi/guariti (+24 rispetto a ieri, di cui 14 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2888 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 406 (-21 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 157881 test. 29 pazienti (-6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 376 (-15 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 426 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+4 rispetto a ieri), 915 in provincia di Chieti (+1), 1694 in provincia di Pescara (invariato), 712 in provincia di Teramo (+1), 31 fuori regione (invariato) e 2 (-3) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

BASILICATA

La task force regionale della Basilicata comunica che ieri 31 agosto sono stati processati 462 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1 è risultato positivo e riguarda una persona residente nel Comune di Sant`Angelo Le Fratte. Inoltre la positività di un cittadino di Montescaglioso, che aveva effettuato il tampone in un centro privato, non è stata confermata in occasione della ripetizione del tampone in un laboratorio di riferimento. La persona in questione è stata sottratta dal totale dei positivi. Con questo aggiornamento i lucani positivi restano 29. Attualmente sono 2 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane: uno nel reparto di Malattie infettive dell`ospedale `San Carlo` di Potenza e l`altro nel reparto di Terapia intensiva dell`ospedale `Madonna delle Grazie` di Matera. I lucani in isolamento domiciliare sono 28.

Ai positivi vanno aggiunti nel complesso 28 persone decedute (9 di Potenza, 2 di Paterno, 1 di Spinoso, 2 di Moliterno, 1 di Villa d`Agri, 2 di Rapolla, 1 di Irsina, 1 di Montemurro, 1 di Pisticci, 2 di Matera, 1 di San Costantino Albanese, 2 di Avigliano, 1 di Tursi, 1 di Aliano, 1 di Bernalda); 376 guariti; 1 persona residente nella regione Lazio ed in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Umbria in isolamento in Basilicata; 5 persone residenti in comuni della Toscana e in isolamento in Basilicata; 1 cittadino residente in Emilia Romagna e in isolamento Basilicata; 1 cittadino residente in Puglia e ricoverato al `Madonna delle Grazie` di Matera; 10 persone di nazionalità estera e provenienti da Stato estero in isolamento in Basilicata; 23 cittadini stranieri in isolamento in Basilicata in una struttura dedicata. Dall`inizio dell`emergenza sanitaria sono stati analizzati 56.739 tamponi, di cui 55.092 risultati negativi.

MARCHE

Sono 16 i casi di positività rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche nel percorso nuove diagnosi: cinque in provincia di Ascoli Piceno, cinque in provincia di Pesaro Urbino, tre in quella di Ancona, due in provincia di Macerata e uno fuori regione. Questi casi comprendono quattro soggetti sintomatici, quattro rientri dall’estero (Grecia, Kosovo, Albania), due rientri dalla Sardegna, cinque contatti in ‘setting domestico’ e un contatto in ambiente di vita/divertimento. Lo comunica il Gores: nell’ultima giornata sono stati testati 1.762 tamponi: 1.040 nel percorso nuove diagnosi e 722 nel percorso guariti.

Continuano intanto ad aumentare i pazienti ricoverati: sono diventati 15, uno più di ieri, e uno di loro continua a essere assistito nel reparto terapia intensiva dell’ospedale regionale di Torrette; gli altri pazienti sono ricoverati nei reparti non infettivi di Pesaro (3), Fermo (1) e Torrette (10, tra le quali una donna in ginecologia). Inoltre, in tutta la regione ci sono 294 persone in isolamento domiciliare, 10 più di ieri, mentre restano 2 gli ospiti della struttura per anziani post Covid di Campofilone (Fermo). Rispetto a ieri, ci sono 5 nuovi dimessi-guariti e il totale è 5.960, mentre le vittime registrate restano 987.

MOLISE

In Molise i nuovi casi sono 3, il totale da inizio pandemia è di 528 (ieri erano 525). Oggi non si registrano nuovi deceduti, il totale dei morti da inizio pandemia è di 23. I ricoverati con sintomi sono 3 (nessuna differenza rispetto a ieri), di cui nessuno in terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare 70. Il totale degli attualmente positivi è 73 e i dimessi guariti sono 432. L’incremento dei tamponi nelle ultime 24 ore è di 146, il totale dei casi testati è di 32.507, mentre il totale dei tamponi effettuati è di 33.739.

Leggi anche:
Coronavirus, oltre 15 milioni di vaccini effettuati

LAZIO

“Su oltre 10 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 125 casi di questi 61 sono a Roma e zero decessi. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro (circa 48%) e i casi con link dalla Sardegna (circa 40%)”. Così l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. “Da questo pomeriggio attivo il drive-in nel parcheggio lunga sosta dell’aeroporto di Fiumicino in collaborazione con AdR e Croce Rossa Italiana. Al drive-in allestito presso il Porto di Civitavecchia proseguono i test rapidi volontari e gratuiti per gli imbarchi verso la Sardegna. Per quanto riguarda il cluster del San Giovanni di Dio – Fatebenefratelli a Genzano – spiega – sono venti i nuovi casi nella struttura che ospita pazienti adulti con disagio mentale e dove è in corso l’indagine epidemiologica. In giornata prevista l’esecuzione di nuovi tamponi a tutti gli ospiti e gli operatori della struttura.

Nella Asl Roma 1 sono 30 i casi nelle ultime 24h e di questi diciotto i casi di rientro, sedici con link dalla Sardegna e due dal Marocco. Tre casi sono un cluster familiare con indagine epidemiologica in corso. Nella Asl Roma 2 sono 22 i casi nelle ultime 24h e tra questi quindici i casi di rientro, dodici con link dalla Sardegna, due dalla Croazia e uno dalla Grecia. Nella Asl Roma 3 sono 9 i casi nelle ultime 24h e tra questi sei con link dalla Sardegna e uno dalla Toscana. Due sono contatti di casi noti e isolati. Nella Asl Roma 4 – sottolinea – sono 8 i casi nelle ultime 24h e tra questi due con link dalla Sardegna. Sei sono contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl Roma 5 sono 8 i casi nelle ultime 24h e si tratta di cinque casi con link dalla Sardegna, un contatto di un caso noto e isolato e un caso individuato in accesso al pronto soccorso. Nella Asl Roma 6 sono 33 i casi nelle ultime 24h e di questi cinque sono di rientro, quattro con link dalla Sardegna e uno dalla Spagna.

Cinque sono contatti di casi positivi già noti e isolati e venti i casi con link al cluster del San Giovanni di Dio – Fatebenefratelli a Genzano. Nelle province si registrano 15 casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono tre i casi e di questi una bambina con link ad un caso di rientro dalla Campania e un caso su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl di Frosinone si registrano cinque casi e di questi due con link dalla Sardegna e un caso individuato in accesso al pronto soccorso. Nella Asl di Viterbo sono tre i casi e sono due con link dalla Sardegna e uno è un contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl di Rieti sono quattro i casi e si tratta due casi con link dalla Sardegna e due dall’Albania” conclude.

PUGLIA

In Puglia sono stati effettuati 3.651 test per l’infezione da Covid-19 e sono stati registrati 41 casi positivi: 24 in provincia di Bari, 7 nella provincia BAT, 4 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto, 1 di provincia non nota. È stato registrato un decesso in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 308.671 test. 4.062 sono i pazienti guariti. 860 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5.479, così suddivisi: 1.914 nella Provincia di Bari; 449 nella Provincia di Bat; 705 nella Provincia di Brindisi (un caso è stato eliminato dal database); 1.381 nella Provincia di Foggia; 672 nella Provincia di Lecce; 316 nella Provincia di Taranto; 38 attribuiti a residenti fuori regione (un caso è stato eliminato dal database); 4 provincia di residenza non nota.

CAMPANIA

In Campania i nuovi positivi al coronavirus oggi sono 102 (di cui 51 viaggiatori: 19 casi dalla Sardegna, 32 da Paesi esteri), su 5.837 tamponi effettuati. Si registra anche un deceduto. Il totale dei positivi sale a 7.168, il totale dei tamponi a 425.098. Il totale dei deceduti è 446. I guariti del giorno sono 18, per un totale di 4.430 guariti (di cui 4.425 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

CALABRIA

Tornano a crescere le positività in Calabria. Dagli ultimi test, i casi sono aumentati di 22 (ieri erano +14) portando il totale dall’inizio della pandemia a 1.513 a fronte di 155.296 tamponi effettuati ad oggi. I positivi attuali sono 301, dei quali 22 (+1) ricoverati in reparti di malattie infettive, 149 (+1) in isolamento domiciliare e 130 (+19) da altra Regione o Stato Estero. Le persone guarite sono 1.115 (+1), le vittime 97 (dato invariato da 94 giorni). E’ quanto emerge dal bollettino della Regione.

SICILIA

Sono 33 i nuovi casi registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore. Tra loro ci sono 5 migranti. C’è stata una vittima a Siracusa. Sono stati eseguiti 4.210 nuovi tamponi. Sono 5 i pazienti guariti. La divisione fra le province mostra 6 casi a Catania, 2 a Messina, 8 ciascuno a Palermo e Trapani, 7 a Siracusa, compresi 5 migranti, e uno ciascuno a Caltanissetta e Agrigento.

SARDEGNA

Sono 2.243 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell`ultimo aggiornamento dell`Unità di crisi regionale si registrano 50 nuovi casi, 44 rilevati da screening (la maggior parte in seguito al tracciamento dei contatti dei casi positivi precedentemente accertati) e 6 da sospetto diagnostico. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. In totale sono stati eseguiti 137.366 tamponi, con un incremento di 1.749 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 31 i pazienti ricoverati in ospedale (+3 rispetto al dato di ieri). Si registrano due pazienti in più in terapia intensiva, 6 attualmente nell’Isola. Le persone in isolamento domiciliare sono 800. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.268 pazienti guariti (+2 rispetto al precedente bollettino), più altri 4 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 2.243 casi positivi complessivamente accertati, 406 (+5) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 232 (+4) nel Sud Sardegna, 67 (+1) a Oristano, 160 (+15) a Nuoro, 1.378 (+25) a Sassari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti