Aifa sospende vaccino AstraZeneca in Italia

15 marzo 2021

Sono 15.267 i positivi al test del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, e le vittime 354. È quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute-Iss. Ieri i nuovi casi erano stati 21.315 e i morti 264. Sempre nelle ultime 24 ore, Sono stati effettuati 179.015 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 273.966. Un netto calo abituale la domenica.

Il tasso di positività (rapporto positivi/test) odierno è dell’8,5%%, ieri era stato del 7,8%, quindi oggi in aumento dello 0,7%. In aumento anche i ricoveri: le terapie intensive che sono 75 in più (+100 ieri), con 243 ingressi del giorno, salgono a quota 3.157 mentre i ricoveri ordinari aumentano di ben 820 unità (ieri +365) e sono in tutto 25.338. Le Regioni più colpite sono Emilia-Romagna (2.822), Lombardia (2.185) e Campania (1.825).

Sospeso vaccino AstraZeneca

L’Aifa ha deciso di sospendere, in tutto il territorio nazionale, “in via del tutto precauzionale e temporanea” il vaccino Astrazeneca, in attesa dei pronunciamenti dell’Agenzia del farmaco europea, l’Ema. Una nota dell’Aifa arriva a metà giornata in allineamento con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei, come ad esempio la Germania e la Francia. “Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso – spiega la nota – l’Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione”. L’organismo, conclude la nota, informerà “sulle modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”.

Leggi anche:
La terapia genica fa riacquistare la vista a 10 bambini

Il ministero della Salute ha fatto sapere che si tratta di una misura “esclusivamente precauzionale”, decisa “dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza”, che ha avuto “colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna”. “Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su Astrazeneca – dice il ministro Speranza – sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di Ema. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l’agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione”.

Intanto, a seguito della morte di Sandro Tognatti, il musicista deceduto sabato alcune ore dopo la somministrazione del siero di Oxford, la procura di Biella aveva già ordinato in giornata il sequestro preventivo d’urgenza – effettuato dai Nas – sull’intero territorio nazionale del lotto ABV5811, cui apparteneva la fiala di vaccino inoculata. Aumentano anche i paesi europei che ne sospendono le somministrazioni: si aggiungono anche l’Olanda, la Germania e la Francia. Sono buone notizie, invece, il probabile via libera dell’Ema “a maggio” al vaccino Sputnik V e “l’ottima efficacia” di Moderna e Pfizer-Biontech contro le nuove varianti del Covid. 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti