Covid-19, cabina regia: epidemia non si ferma, più difficile tracciamento

Covid-19, cabina regia: epidemia non si ferma, più difficile tracciamento
24 dicembre 2021

Mai così tanti contagi dall’inizio dell’emergenza, superato anche il picco di ieri. In Lombardia sono 16 mila. Il tasso di positività sale al 5,4% con 929.775 tamponi (record di test) come cresce anche il numero dei ricoveri. Non sono confortanti i dati che arrivano dal ministero della Salute sull’emergenza coronavirus. In cifre, i nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono 50.599, nuovo record assoluto da quando è esplosa la pandemia. Ieri i casi erano stati 44.595, il numero più alto mai registrato dal 13 novembre del 2020 quando furono 40.902. Le vittime, secondo l’odierno bollettino del ministero della Salute, sono 141, mentre ieri erano state 168.

Complici le feste di Natale, i tamponi hanno raggiunto la quota record di 929.775, il tasso di positività sale dello 0,5%, al 5,4%. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.970.584 e 19.804 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri 17.117). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 460.674, pari a +30.645 rispetto a ieri (+27.300 il giorno prima). La Lombardia continua a registrare un incremento di contagiati a cinque cifre per il terzo giorno consecutivo e in salita: qui sono +16.044 i contagi con tasso 7,7% calcolato su 208.288 tamponi (record regionale di test). Seguono: Veneto (+5.074 casi con tasso 4,3%), Piemonte (+4.609 casi con tasso 4,9%) e Campania (+4.541 casi con tasso 5,9%).

Leggi anche:
Milan è campione d'Italia. I rossoneri agganciano l'Inter a quota 19 scudetti

Epidemia non si ferma, più difficile tracciamento

Da nove settimane consecutive si registra un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione. A livello nazionale l’incidenza settimanale ha superato la soglia di 350 casi per 100.000 abitanti. E’ quanto emerge dal report settimanale sulla pandemia della Cabina id regia voluta dal governo. La velocità di trasmissione nella settimana di monitoraggio si mantiene al di sopra della soglia epidemica nella maggior parte delle regioni Italiane. È stabilmente e significativamente sopra la soglia epidemica l’Rt calcolato sui soli casi ospedalizzati a livello nazionale con un continuo aumento del numero di persone ricoverate nei reparti ospedalieri di area medica e terapia intensiva. Questo sta imponendo una revisione organizzativa delle prestazioni assistenziali erogate a favore dei pazienti Covid-19.

Diminuisce la percentuale di casi identificati a livello nazionale attraverso l’attività di tracciamento dei contatti e si segnalano criticità nel tracciamento in diverse Regioni Italiane. Alla luce del rapido aumento nella circolazione in Europa e ormai anche in Italia della variante omicron di SARSCoV-2, si raccomanda il rigoroso rispetto delle misure comportamentali, e in particolare distanziamento, uso della mascherina, aereazione dei locali e igiene delle mani, sia a livello individuale che collettivo, evitando in particolare situazioni di assembramento.

Una più elevata copertura vaccinale, in tutte le fasce di età, anche quella 5-11 anni, il completamento dei cicli di vaccinazione e il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a contenere l’impatto dell’epidemia anche sostenuta da varianti emergenti.

Leggi anche:
Mafia, quando Falcone disse: "Cosa nostra non sbaglia un omicidio"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti