Covid-19, in Italia arriva la variante Omicron 2

Covid-19, in Italia arriva la variante Omicron 2
28 gennaio 2022

Continua la discesa della curva dei contagi da Covid-19 in Italia. Oggi se ne registrano 30mila in meno rispetto a 7 giorni fa, su poco più di un milione di tamponi. Scende, dunque, anche il tasso di positività ma ancora è sempre alto il numero dei morti elle ultime 24 ore. Dati positivi, invece, sulla pressione ospedaliera che vedono ricoveri e terapie intensive in calo per il terzo giorno consecutivo. Anche l’incidenza a livello nazionale è in lieve diminuzione e, come evidenziato dal monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità, l’indice Rt è tornato a scendere sotto la soglia epidemica. Infatti, nel periodo 5 gennaio 2022 – 18 gennaio 2022, l`Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,97 (range 0,86 – 1,18), in diminuzione rispetto alla settimana precedente (era a 1,31) e al di sotto della soglia epidemica.

Lo stesso andamento si registra per l`indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (Rt=0,96 (0,94-0,99) al 18/01/2022 vs Rt=1,01 (0,99-1,02) all`11/01/2022. Dal monitoraggio dell’Iss, emerge anche che in Italia il 17 gennaio scorso la variante Omicron era predominante, con una prevalenza stimata al 95,8%, con una variabilità regionale tra l`83,3% e il 100%, mentre la Delta era al 4,2% del campione esaminato (range: 0% -16,7%). Intanto, in Liguria per la prima volta è stata sequenziata la variante Omicron 2. Lo rende la direzione sanitaria dell’ospedale San Martino di Genova. Due i casi finora accertati, uno dopo il sequenziamento di routine al San Martino, il secondo invece è emerso dal sequenziamento di un campione derivante dal monitoraggio nazionale, che coinvolge il Laboratorio di igiene dell’ospedale genovese.

Leggi anche:
Sparatoria in una scuola del Texas, morti almeno 14 bambini e un insegnante

Il bollettino

Secondo l’odierno bollettino del ministero della Salute sull’emergenza coronavirus, sono 143.898 i nuovi casi di positività (ieri 155.697) e 378 i decessi (ieri 389) registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Dall’inizio dell’epidemia sono 10.683.948 le persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2, mentre da febbraio 2020 le vittime totali sono 145.537. Gli attuali positivi sono 2.668.828, mentre i guariti sono 7.869.583. I tamponi effettuati sono 1.051.288, contro i 1.039.756 di ieri. Il tasso di positività, ieri al 15%, oggi è pari al 13,7 per cento. Sul fronte del sistema sanitario i posti letto in area medica diminuiscono: -57, ieri -148, per totale di 19.796 ricoverati.

In terapia intensiva: -15, ieri -20, saldo tra entrate e uscite, totale a 1.630. Ingressi in rianimazione (intensiva) a 126, 125 ieri. Intanto, in Liguria, per la prima volta in Italia, è stata sequenziata la variante Omicron 2. Lo rende la direzione sanitaria dell’ospedale San Martino di Genova. Due i casi finora accertati, uno dopo il sequenziamento di routine al San Martino, il secondo invece è emerso dal sequenziamento di un campione derivante dal monitoraggio nazionale, che coinvolge il Laboratorio di igiene dell’ospedale genovese diretto dal professor Giancarlo Icardi.

Un’indagine rapida condotta dall’Iss e dal ministero della Salute, insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler, ha quindi evidenziato che la sottovariante di Omicron Ba.2 è presente in nove regioni italiane, ed è pari all’1% delle sequenze classificate come Omicron. Oltre che in Liguria, è stata infatti segnalata in Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia e Toscana. “E’di un certo interesse il fatto che in questa indagine siano state rilevate 21 sequenze riconducibili al lignaggio BA. 2, che è causa di più del 50% di infezioni da Sars-CoV- 2 in alcuni Paesi europei tra i quali, in particolare, la Danimarca”, evidenzia l’Iss.

Leggi anche:
Mafia, quando Falcone disse: "Cosa nostra non sbaglia un omicidio"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti