Covid-19, al via quarta dose per soggetti immunodepressi

Covid-19, al via quarta dose per soggetti immunodepressi
19 febbraio 2022

Prosegue l’andamento discendente della curva dei contagi da Covid-19 in Italia. Numeri in calo anche per i ricoveri e i decessi, a conferma di una tendenza di miglioramento avviata da settimane dopo la forte ondata portata da Omicron. Ora l’intenzione del governo è quella di togliere presto le restrizioni, cosa che potrebbe concretizzarsi al 31 marzo. Intanto l’Aifa ha dato il via libera alla quarta dose di vaccino per i soggetti gravemente immunodepressi. Tecnicamente non si tratta di una quarta dose bensì di un booster a conclusione del ciclo primario vaccinale (due dosi più una aggiuntiva). Il siero usato sarà quello a mRna e i tempi della somministrazione sono i medesimi della dose booster per la popolazione generale.

Il bollettino

Sono 50.534 i nuovi casi di positività al Covid-19 (ieri 53.662) e 252 i decessi (ieri 314) registrati in Italia nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino odierno del ministero della Salute. Dall’inizio dell’epidemia sono 12.427.773 le persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2, mentre da febbraio 2020 le vittime totali sono 152.848. Le persone attualmente positive sono 34.344 in meno (ieri -34.086) e scendono a 1.369.778, mentre quelle dimesse/guarite delle ultime 24 ore sono 84.767 (ieri 87.472), per un totale di 10.905.147. Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati 492.045 (ieri 510.283). Il tasso di positività, ieri al 10,5%, oggi è sostanzialmente stabile: scende infatti al 10,3%. Sul fronte del sistema sanitario si registra ancora una diminuzione dei ricoveri: nelle terapie intensive sono 34 in meno(ieri -50) con 76 ingressi in rianimazione e il totale dei malati più gravi si attesta a 953. I ricoveri ordinari sono 561 in meno (ieri -614), 13.387 in tutto.

Leggi anche:
Funerali di Navalny a Mosca. La moglie: "Putin capo di una gang criminale"

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti