Da Minoli a Pinuccio, i candidati in lizza per il Cda Rai

Da Minoli a Pinuccio, i candidati in lizza per il Cda Rai
5 maggio 2021

Ci sono due consiglieri uscenti, diversi ex parlamentari, molti giornalisti, avvocati e professori universitari. Ma anche volti resi celebri dal web come Alessio Giannone, in arte ‘Pinuccio’, ora inviato di Striscia la Notizia: sono i candidati al consiglio di amministrazione Rai che hanno inviato il curriculum alla Camera e al Senato, cui spetta l’elezione di quattro componenti del Cda di viale Mazzini. A Palazzo Madama sono arrivate 183 candidature, al Senato 132. Ma molti candidati si sono proposti in entrambi i rami del Parlamento. Ci riprovano dunque Igor De Biasio e Giampaolo Rossi, consiglieri uscenti rispettivamente in quota Lega e in quota Fdi. Tra i giornalisti Tullio Camiglieri, Piero Vigorelli, Claudio Brachino, tutti con un passato in Mediaset. E ancora Ugo Gaudenzi, direttore di Rinascita, Filippo Lucci, presidente nazionale Corecom, Fabrizio Mastrofini, Ruben Razzante, Giovanni Minoli. E poi direttamente dalla Rai Tiziana Ferrario, ex volto del Tg1, Danilo Scarrone, Daniela Tagliafico e Roberto Amen, vicedirettore di Rai Parlamento.

Tra i candidati interni all’azienda Franco Matteucci, ex regista e capo struttura Rai, Anna Maria Magro, membro di un organismo di vigilanza Rai, Massimo Liofredi, ex direttore di Raidue e Rai Ragazzi, oggi direttore della sede Rai Abruzzo; e ancora Paolo Favale, dirigente Rai, Ennio Matano, responsabile Beni Artistici della Rai. Tra i conduttori Roberto Arduini, autore e voce dei Lunatici su Radio2. Molti gli avvocati: tra gli altri Francesco Luongo, avvocato presidente nazionale del Movimento Difesa del Cittadino, e Gennaro Torrese, presidente Unione fori della Campania, Pieremilio Sammarco. Poi c’è Marco Caberlotto, produttore e socio Kublai film, vicino a Italia Viva. Otto gli ex parlamentari: Elio Palmizio (Pdl), Marco Bergonzi (Pd), Mario Marazziti (Scelta civica), Giuseppe Rossetto (Lega), Giancarlo Mazzuca (Pdl), Luca D’Alessandro (Fi), Salvatore Cicu (Fi), Riccardo Mazzoni (Pdl). Candidati anche l’attuale capo ufficio stampa del Pd al Senato Stefano Sedazzari, e l’ex capo ufficio stampa della Camera ed ex portavoce di Gualtieri ministro dell’Economia, Stefano Menichini, Ruggero Aricò, dirigente Enel. Diversi i professori universitari: Giulio Enea Vigevani, professore ordinario di diritto costituzionale al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Salvatore Sica, Ida Angela Nicotra, Felice Giuffre, Giovanni Miele.

Leggi anche:
Il Giappone avverte: preoccupa crescente collaborazione militare Cina-Russia

Altri candidati sono Flavio Petroccione, funzionario del ministero della Cultura, Maurizio Valfrè, direttore generale di Banca Ubae – Unione Banche arabe ed europee, istituto a capitale arabo e italiano, Stefano Cuppi, presidente di Corecom Emilia Romagna, Lia Chiovari, da marzo 2021 Videomaker G20 Sherpa Unit presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, Carla Vistarini, autrice tv e sceneggiatrice, Francesca Bria, presidente del fondo per l’innovazione di Cdp, Simona Agnes, figlia di Biagio Agnes, ex direttore generale della Rai, Paola Severini Melograni, dal 2020 consulente della Lega Serie A di calcio sulle politiche contro il razzismo e l’inclusione, Mauro Masi, ex direttore generale della Rai, attualmente presidente Consap, Paola Soriga, scrittrice. Un caso la candidatura di Daniele Silvestri, indicato nell’elenco come “musicista-produzione cinematografica”. Dalle indiscrezioni apparse su diversi organi di stampa è stato indicato, con tanto di foto, come il celebre cantante romano che si è esibito proprio sabato scorso sul palco del concertone del Primo Maggio con Max Gazzè. Si tratta invece di un omonimo: ad inviare il curriculum alla Camera è stato Daniele Silvestri, già in forze a Rai Cinema.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti