“Delusione e sconcerto” di Salvini per la fase due di Conte

27 aprile 2020

Due videomessaggi su Facebook per raccontare tutta la delusione dell’opposizione dopo il discorso del premier Conte sulla fase due. Sconcertato e pungente il leader della Lega di Matteo Salvini. “Dal governo non è arrivata nessuna risposta. Gli italiani chiedono certezze. Ripartire, tornare a produrre, a guadagnare, a lavorare e a sperare, stasera ci aspettavamo di più e di meglio in sicurezza ma riaprire. Gli italiani chiedono certezze, negli altri paesi europei tutto questo c’è, in Italia no. Ma noi abbiamo avuto solo accenni vaghi”. In sostanza, occorrono buon senso e coraggio, bisogna fidarsi degli Italiani. Lavoratori, imprenditori, artigiani, ristoratori, commercianti, precari, partite Iva e padri di famiglia non possono più aspettare. Tantissimi cittadini ci chiedono di organizzarci, non solo in Rete, per farci vedere e sentire.

Sulla medesima linea la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “Ascolto un’altra lunga e confusa conferenza stampa di Conte per dirci che, in sostanza, la fase due è quasi identica alla fase uno. Agli italiani che mi stanno scrivendo per capirci qualcosa di più devo confessare che non ne so nulla”. “Intanto posso dire – ha aggiunto- di non condividere la scelta di riaprire le attività produttive per settori e lasciare fermi per molte settimane interi comparti economici, esponendoli a una chiusura quasi certa. Il criterio doveva essere un altro: chi può garantire le norme anti-contagio e la sicurezza dei lavoratori deve poter riaprire.

Leggi anche:
Meloni verso G7 da Kiev: l'Occidente non deve dare segnali di stanchezza
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti