Dl rigassificatori, via libera del Senato. Ora è legge

Dl rigassificatori, via libera del Senato. Ora è legge
20 luglio 2023

Via libera del Senato alla fiducia sul decreto legge contenente misure urgenti per gli enti territoriali, nonché per garantire la tempestiva attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e sui rigassificatori, nel testo approvato dalla Camera dei deputati. L’ok, con cui il provvedimento diventa legge, è arrivato con 97 voti a favore (67 i contrari e un astenuto). A porre la fiducia era stato questa mattina il ministro per i rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani. A causa di un problema tecnico durante la seconda chiama per appello nominale, le operazioni di voto sono andate al rallentatore e il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri ha deciso di procedere segnando a mano i voti degli ultimi senatori.

 

Cosa prevede

 

La misura, in sostanza, prevede che, entro il 29 luglio 2023 (sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto), i soggetti interessati alla realizzazione ovvero all’esercizio, anche a seguito di ricollocazione, di unità galleggianti di stoccaggio e rigassificazione da allacciare alla rete di trasporto possano proporre nuove istanze corredate, ove necessario, della soluzione tecnica per il collegamento dell’impianto alla rete nazionale di trasporto del gas naturale, del cronoprogramma della realizzazione ed entrata in esercizio dell’impianto nonché della descrizione delle condizioni di approvvigionamento del gas. Dette istanze sono presentate ai Commissari straordinari di Governo. 

Leggi anche:
La Camera bassa approva la legalizzazione del consumo di cannabis

In particolare, l’articolo 3-bis, comma 1 prevede che, per il terzo trimestre 2023, le agevolazioni riconosciute ai clienti domestici economicamente svantaggiati sulle tariffe per la fornitura di energia elettrica e di gas e le agevolazioni riconosciute ai clienti domestici in gravi condizioni di salute relative alla fornitura di energia elettrica (cd bonus sociali) siano rideterminate dall’Arera nel limite di 110 milioni di euro per l’anno 2023, inclusi gli effetti derivanti dalla estensione della soglia Isee (da 20 a 30 mila euro) per l’accesso, da parte dei nuclei familiari numerosi, al bonus sociale per disagio economico.

 

I rigassificatori

 

I rigassificatori sono impianti industriali capaci di trasformare il gas naturale dallo stato liquido a quello gassoso, un procedimento che avviene al termine del trasporto via mare o via terra della materia prima. Lo stato liquido del gas rende più agevole il trasporto su apposite navi cisterna chiamate metaniere, ma va riportato alla sua natura originale perché si possa immettere nella rete di distribuzione nazionale. È un processo considerato più economico rispetto ai gasdotti o metanodotti, che legherebbero invece in maniera più rigida l’Italia nei confronti dei paesi in cui le condutture transitano. 

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti