E ora a Londra la mostra si visita da casa grazie al robot

31 ottobre 2020

A Londra la mostra si visita da casa grazie al robot. “Lobsteropolis” dell’artista pop britannico Philipe Colbert può essere vista in due modi: il più tradizionale, di persona, o seduti a casa davanti ad un computer o ad uno smartphone collegati ad un robot che girerà fra le opere. Può essere comandato da remoto e può anche interagire con gli altri spettatori. L’emozione è la stessa? Secondo Colbert, sì. “Le persone hanno apprezzato questa modalità surreale. Si sono registrate, si sono rese conto di poter controllare il robot, di poter vedere l’arte e di potersi sentire davvero in quello spazio. C’è anche una scultura a specchio in cui le persone possono riflettersi e così si sentono come se fossero davvero presenti”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Violenza sulle donne, Casellati: la più tragica mattanza al mondo


Commenti