Emilia Romagna: 7 candidati, vera sfida è Lega-Pd

Emilia Romagna: 7 candidati, vera sfida è Lega-Pd
Stefano Bonaccinie Lucia Borgonzoni
26 gennaio 2020

Sono in tutto sette i candidati a presidente della Regione Emilia Romagna. Ma la vera sfida e’ tra Lega e Pd, ovvero tra il candidato del centrosinistra e governatore uscente, Stefano Bonaccini, e la candidata del centrodestra, la leghista Lucia Borgonzoni. E’ su di loro, infatti, che sono puntati i riflettori, per un ‘duello’ che avra’ ripercussioni anche sulla politica nazionale. Sono oltre tre milioni e mezzo i cittadini emiliano-romagnoli chiamati al voto, di cui circa 800mila concentrati nel bolognese. Il sistema elettorale prevede l’elezione diretta del presidente attraverso un turno unico: vince chi ottiene un voto in piu’ degli avversari, ovvero la maggioranza semplice dei voti. Le liste che appoggiano il candidato che risultera’ vincitore ottengono un premio di maggioranza, pari ad almeno 27 seggi su 50 totali. E’ consentito il voto disgiunto: l’elettore potra’ barrare la croce del candidato a governatore e scegliere una lista diversa da quelle che sostengono il candidato prescelto.

STEFANO BONACCINI Governatore uscente, esponente del Pd, si ripresenta per chiedere il secondo mandato con il sostegno di sei liste: Pd, Emilia-Romagna Coraggiosa, Europa Verde, +Europa insieme a Psi e Pri, la lista civica Bonaccini presidente, Volt. Modenese, classe 1967, Bonaccini e’ stato assessore al Comune di Modena con delega ai Lavori pubblici, nel 2010 viene eletto consigliere regionale. E’ stato segretario regionale del Pd fino al 2015 (ricoprendo anche un ruolo nella segreteria nazionale con Matteo Renzi alla guida dei dem). E’ stato eletto la prima volta presidente dell’Emilia Romagna nel novembre del 2014. Dal 2015 e’ presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Leggi anche:
Lo strano caso di come Putin ha licenziato la sua eminenza grigia

LUCIA BORGONZONI Bolognese di nascita, classe 1976, milita in politica da diversi anni. Eletta consigliere comunale a Bologna nel 2011 per la Lega Nord, nel 2016 e’ la candidata a sindaco sotto le due torri per la coalizione di centrodestra e, a sorpresa, arriva al ballottaggio, dove viene sconfitta dall’attuale primo cittadino, il dem Virginio Merola. Alle ultime elezioni politiche del 4 marzo 2018 e’ stata eletta senatrice sotto il simbolo della Lega. Nel governo Conte I, sostenuto da M5s e Lega, Borgonzoni viene nominata sottosegretario ai Beni Culturali. La sua candidatura e’ sostenuta da sei liste: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, la lista civica Borgonzoni presidente, Giovani per l’ambiente, Popolo della famiglia.

SIMONE BENINI E’ il candidato a governatore per il Movimento 5 stelle. La sua campagna elettorale e’ partita in ‘ritardo’ rispetto ai suoi avversari, in quanto i pentastellati in un primo momento avevano deciso, dopo aver detto no all’alleanza con il Pd, di non partecipare alla competizione. 49 anni, forlivese, Benini e’ un piccolo imprenditore nel campo informatico. Consigliere comunale del M5s a Forli’, e’ stato riconfermato per il secondo mandato. La sua candidatura e’ sostenuta solo dalla lista del Movimento 5 stelle.

MARTA COLLOT Nata a Treviso 26 anni fa, si trasferisce a Bologna per studiare all’universita’. Dopo un passaggio, nel 2013, nel gruppo giovanile ‘Noi Restiamo’, e’ ora candidata ed esponente di Potere al popolo.

Leggi anche:
Prosegue duello Renzi-Conte. Premier rilancia: ora verifica in Parlamento

DOMENICO BATTAGLIA Palermitano di nascita, classe 1973, e’ laureato in Medicina e chirurgia. E’ candidato a governatore per la lista Movimento Vaccini Vogliamo Verita’, che si batte contro l’obbligo vaccinale.

STEFANO LUGLI Emiliano, nato a San Giovanni in Persiceto nel 1974, vive a Finale Emilia. Dipendente comunale a Concordia nell’ufficio cultura, dice di se stesso di essere da sempre militante nell’area della sinistra, ed e’ iscritto all’Anpi. E’ attualmente segretario regionale di Rifondazione Comunista e consigliere comunale a Finale Emilia. La sua candidatura e’ sostenuta dalla lista Altra Emilia-Romagna.

LAURA BERGAMINI Nata a Parma, classe 1960, e’ educatrice in un asilo nido. La sua candidatura e’ sostenuta dalla lista del Partito comunista.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti