Emilia Romagna sott’acqua: centinaia di sfollati, diverse vittime

Emilia Romagna sott’acqua: centinaia di sfollati, diverse vittime
16 maggio 2023

A Cesena una “situazione disastrosa”. Il numero delle famiglie fatte evacuare non è aggiornato: al tramonto tre elicotteri dell’Aeronautica militare e gli anfibi dei Vigili del fuoco continuano a raggiungere le abitazioni di chi vive a Est e Ovest del fiume Savio che ha rotto gli argini e allagato interi quartieri e frazioni. Si andrà avanti tutta sera per portare le persone rimaste isolate nelle palestre di due scuole della città. A Riccione l’acqua è arrivata in centro: sono chiusi tutti i sottopassi e il pronto soccorso è allagato. A Rimini non si vedono le giostre dei bambini, il livello dell’acqua nei parchi continua a salire ora dopo ora. Sulla superstrada per San Marino le auto sembra che navighino, incolonnate. Anche a Ravenna e a Faenza si continuano a evacuare famiglie che abitano nei borghi più prossimi a torrenti e fiumi.

Questa è la Romagna nel giorno dell’allerta rossa per la pioggia che continua da ormai venti ore, a due settimane dall’ultima alluvione che ha provocato danni ingenti e la morte di due persone e dove si registrano diverse vittime. Anche in Emilia è emergenza. Si teme per le frane e gli smottamenti in Appennino e sulle colline di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma. A Bologna allerta massima per il torrente Ravone che nella sola giornata di oggi è esondato tre volte. I danni più evidenti a un negozio di via Saffi all’interno del quale è esploso il pavimento per la forza dell’acqua. A Modena i tecnici della Provincia tendono monitorato il Panaro, il Tiepido e il Secchia, dove il traffico è interdetto.

Leggi anche:
Internazionali di Roma, Chiara Ferragni total green tra selfie e sorrisi al Foro italico

In tarda mattinata sono iniziati i problemi alla circolazione ferroviaria dopo la chiusura obbligate di alcune stazioni e lo stop dei treni tra Forlì e Bologna e nella tratta tra Bologna e Ravenna. Tra ritardi e cancellazioni si moltiplicano nel pomeriggio. I treni regionali della tratta Milano-Piacenza e Rimini-Ancona sono limitati a Bologna e Rimini. Per le prossime ore è assicurata parte dell’offerta dei treni intercity notte che circolano deviati via Bologna-Firenze-Terontola-Ancona-Lecce. Le scuole sono chiuse, gli studenti resteranno a casa anche domani in Romagna, a Bologna e nella maggior parte dei comuni dell’Appennino. I sindaci invitano le imprese a lavorare in smartworking.

L’appello più accorato è del primo cittadino di Cesena, Enzo Lattuca: “Siamo di fronte a una situazione disastrosa. Dobbiamo essere concentrati, rimanere lucidi, non perdere la calma. In questo momento la priorità assoluta è quella di mettere in salvo le persone”. In molti quartieri della città e in provincia non c’è corrente e anche in municipio continua a saltare la luce. Il fiume Savio ha rotto gli argini, sarà una notte da incubi e il sindaco invita alla massima attenzione. “In questo momento dobbiamo concentrarci tutti per mettere in salvo le persone. Non perderci d’animo, dobbiamo resistere in queste ore. Poi faremo tutto il resto, conteremo i danni e chiederemo alle istituzioni e il governo per riparare e ricostruire tutto quello che è stato distrutto” dice Lattuca.

Leggi anche:
Ultimo in "Altrove" porta il suo pubblico in una nuova dimensione

 “Una nuova ondata di forte maltempo ha colpito oggi molte zone, in particolare l’Emilia-Romagna dove il fiume Savio è esondato a Cesena e alcuni territori al nord delle Marche – scrive su Twitter la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni -. Desidero esprimere la mia totale vicinanza alle popolazioni colpite. Il Governo segue con attenzione l’evolversi degli eventi ed è pronto ad intervenire per gli aiuti necessari”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti