Esa chiede pazienza ad aspiranti astronauti, oltre 23mila domande

Esa chiede pazienza ad aspiranti astronauti, oltre 23mila domande
28 agosto 2021

L’Agenzia spaziale europea (Esa) chiede agli aspiranti astronauti e parastronauti di avere un po’ di pazienza perché ci vorrà più tempo del previsto per processare le oltre 23mila domande pervenute; un numero che supera di gran lunga le previsioni più ottimistiche. Un’indicazione positiva dell’alto livello d’interesse per le attività spaziali in Europa che, però, comporta un piccolo ritardo sulla tabella di marcia per poter esaminare tutte le domande, almeno fino alla fine di novembre 2021. “In ESA, crediamo fermamente che ogni applicazione debba ricevere l’attenzione che merita – ha spiegato in un articolo Guillaume Weerts, Capo della medicina spaziale presso il Centro astronautico europeo (EAC) dell’ESA – con il numero considerevole di richieste, ci vuole semplicemente più tempo di quanto inizialmente previsto”.

“Al completamento della fase di pre-screening, abbiamo riscontrato che alcune domande non soddisfacevano i requisiti indicati nel bando e questi aspiranti sono stati immediatamente informati. Tuttavia, più dell’80% delle restanti domande ammissibili sono ancora in fase di revisione”, ha aggiunto Antonella Costa, Business Partner delle Risorse Umane presso l’ESA. Il prossimo passo per i candidati prescelti sarà un invito a trascorrere un’intera giornata di test in una struttura in Europa. Questa fase è già iniziata per alcuni aspiranti e durerà almeno fino alla fine dell’anno. I candidati vengono invitati progressivamente anche a causa delle restrizioni legate al COVID-19.

“Se non sei ancora stato invitato, però, non significa necessariamente che la tua candidatura non sia stata presa in considerazione – ha spiegato Costa – chiediamo solo un po’ di pazienza mentre elaboriamo le domande restanti e facciamo partire tutti gli inviti. Vogliamo davvero ringraziare tutti coloro che si sono fatti avanti. Comprendiamo quanto siano importanti queste domande per i candidati e stiamo lavorando per far conoscere a tutti l’esito il prima possibile”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti