Francesca Bergesio trionfa a Miss Italia 2023. Sgarbi critica l’assenza Rai

Francesca Bergesio trionfa a Miss Italia 2023. Sgarbi critica l’assenza Rai
Francesca Bergesio
11 novembre 2023

Nella suggestiva cornice del Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme, la 19enne Francesca Bergesio, originaria del Piemonte, è stata incoronata Miss Italia 2023, aggiudicandosi il prestigioso titolo in una serata di eleganza, cultura e qualche polemica. A presiedere la giuria dell’84esimo concorso, un panel di personalità di spicco, guidato dal critico d’arte e sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, in veste di presidente di giuria. Accanto a lui, la modella e blogger Giulia Salemi e i giornalisti Giuseppe Cruciani e Hoara Borselli. La corona di Miss Italia è stata consegnata dalla vincitrice dello scorso anno, Lavinia Abate, e dall’organizzatrice del concorso, Patrizia Mirigliani.

Francesca Bergesio, figlia del senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio, è originaria di Bra, in provincia di Cuneo. La neo Miss Italia è una giovane talentuosa che si è diplomata al Liceo classico europeo con il sogno di diventare medico, con una particolare inclinazione verso la cardiochirurgia. La sua passione per la recitazione è fiorita durante i cinque anni vissuti in un convitto. La neoeletta Miss Italia si descrive come una ragazza pacata, riservata e determinata, esprimendo la sua gioia immensa durante il discorso di vittoria sul palco, tra le lacrime. “È una gioia immensa, grazie a tutti”, ha dichiarato Francesca Bergesio, sottolineando il suo desiderio di conciliare la carriera medica con il mondo della moda o del cinema, a cui non intende rinunciare, come ha assicurato attraverso i suoi social media.

Leggi anche:
"Dune 2", Chalamet: ambiente e scontro di civiltà, un film sull'oggi

La serata è stata inaugurata in streaming dal sottosegretario ai Beni culturali, Vittorio Sgarbi, che ha denunciato l’assenza della Rai e ha proposto di dichiarare la manifestazione una festa nazionale, celebrando la bellezza come parte integrante della civiltà. Sgarbi ha criticato l’assenza della Rai, esprimendo la sua preferenza per Miss Italia rispetto a certi programmi televisivi. Le dichiarazioni del sottosegretario sono state seguite da un acceso dibattito tra i giurati. Giuseppe Cruciani ha respinto le accuse di sessismo, definendo “emerito imbecille” chiunque consideri il concorso in tal modo. Hoara Borselli ha messo in guardia contro la deriva della demonizzazione della bellezza in nome dell’inclusività, mentre Giulia Salemi ha difeso la sua partecipazione a Miss Italia come un trampolino di lancio per la sua carriera.

La psicologa Vera Slepoj, incaricata di valutare la personalità delle candidate, ha sottolineato che eliminare Miss Italia non contribuirebbe a creare un mondo migliore, ma piuttosto le concorrenti hanno vissuto esperienze difficili a causa della loro bellezza, subendo violenze e bullismo. La conduzione dello spettacolo è stata affidata a Jo Squillo, mentre il momento più scintillante è stato quando Sgarbi, scalzo, ha richiesto di vedere da molto vicino le concorrenti, suscitando commenti ironici da parte degli altri giurati.

La patron del concorso, Patrizia Mirigliani, si è dichiarata soddisfatta dell’evento, sottolineando l’eleganza delle concorrenti, la scomparsa dei bikini e l’abito nero da cocktail che ha valorizzato la semplicità. Non sono mancate le riflessioni sulla pace nel mondo e le citazioni di Madre Teresa di Calcutta. Mirigliani ha denunciato un presunto accanimento contro Miss Italia, trovando il sostegno del pubblico presente al Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme, dove il concorso è tornato dopo 13 anni.

Leggi anche:
BigMama all'Onu contro il bullismo: "Credere nei propri sogni salva"
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti