In Giappone droni e street view controllano le strade

28 agosto 2017

Con delle autostrade costruite all’epoca dei primi Giochi Olimpici di Tokyo, nel 1964, il Giappone deve affrontare un enorme lavoro di manutenzione per mantenere efficienti, e all’altezza degli altissimi standard dei trasporti pubblici, le sue strade. Per farlo si è affidato alla tecnologia e a queste vetture dotate di laser, chiamate “InfraDoctor”, che percorrono le strade dello Stato scannerizzandole. Uno strumento simile a quello usato da Google Street View. I dati vengono poi raccolti e usati per dare vita a rielaborazioni in 3d, spiega Masaaki Sakuma, ingegnere responsabile del controllo delle infrastrutture. “L’InfraDoctor ci permette di individuare facilmente le parti che sono attualmente danneggiate o di avere accesso allo storico di tutte le manutenzioni eseguite in un certo luogo. Con i dati raccolti, possiamo concepire dei progetti che faciliteranno i futuri lavori di manutenzione e rinnovamento delle autostrade”. Un lavoro fatto anche attraverso l’uso di droni che permettono ad un solo uomo davanti ad un computer di controllare e intervenire su chilometri di strade.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Premio Felix, si celebra il cinema russo a Palazzo Reale


Commenti