Gibiino (FI), con Mare nostrum piu’ arrivi e piu’ morti

30 giugno 2014

“Cosa ci verranno a dire ora Renzi e Alfano? La cronaca ci racconta delle ennesime vittime nel Canale di Sicilia, questa volta trenta, di un’emergenza che l’Italia stessa ha contribuito a creare e ad implementare, e che ancora oggi si ostina a non fermare. Con Mare Nostrum abbiamo incentivato, con grave responsabilita’, un flusso di clandestini che pare inarrestabile. Il nostro Paese ha il dovere di mette la parola fine all’operazione e di costringere l’Ue ad affrontare direttamente un’emergenza non italiana bensi’ europea”. Lo afferma Vincenzo Gibiino, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, in una nota che cosi’ prosegue: “Il semestre di presidenza italiana dell’Ue sia l’occasione per chiamare all’ordine e alle proprie responsabilita’ tutti i paesi europei, proprio a partire dal nodo immigrazione. Renzi parla d’Europa come ‘luogo di speranza’, ma la speranza non serve a nulla se rimane tale. Basta parole, basta promesse, basta slogan, basta battute da Zelig, il premier faccia il premier, e presa consapevolezza degli errori, si prodighi per trovare le soluzioni adeguate”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Guardia Costiera: oggi recuperate alle 14 salme nello Ionio


Commenti