Google userà le risposte generate dall’IA nei risultati di ricerca

15 maggio 2024

Google ha annunciato quello che è stato presentato come uno dei più grandi cambiamenti apportati al suo motore di ricerca negli ultimi 25 anni: l’introduzione di risposte alle query online generate dall’Intelligenza Artificiale. “Sono entusiasta di annunciare che questa settimana lanceremo questa esperienza completamente rinnovata, AI Overviews, in tutti gli Stati Uniti – ha dichiarato Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, durante un evento in California – e presto la porteremo in altri Paesi”.

“Il risultato è un prodotto che fa il lavoro per voi. Google Search è un’intelligenza artificiale generativa a misura della curiosità umana. Ed è il nostro capitolo più emozionante della Ricerca”. I risultati di ricerca di Google presenteranno un riepilogo delle risposte dell’Intelligenza Artificiale nella parte superiore della pagina, prima dell’elenco di link e funzioni. Le risposte, generate dalla tecnologia Gemini, offriranno una sintesi con collegamenti alle fonti online che hanno fornito le informazioni.

Liz Reid, responsabile della Ricerca di Google, ha spiegato: “Qualsiasi cosa vi passi per la testa o qualsiasi cosa abbiate bisogno di fare, basta chiedere e Google farà la ricerca per voi. Tutti i progressi che vedrete oggi sono resi possibili da un nuovo modello di Gemini personalizzato per Google Search”. La novità si inserisce nella forte accelerazione verso l’uso dell’IA; creatori e i piccoli editori temono anche che gli utenti non cliccheranno più sui siti web per trovare informazioni. Con ricadute pesantissime.

Leggi anche:
Il Papa si scusa: “Non volevo offendere nessuno. Nella Chiesa c’è spazio per tutti”
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti