Gruppi armati assaltano quattro ministeri a Tripoli. “Pesanti scontri” nella capitale libica

Gruppi armati assaltano quattro ministeri a Tripoli. “Pesanti scontri” nella capitale libica
12 gennaio 2017

Uomini armati hanno preso il controllo degli edifici dei ministeri della Difesa, della Giustizia e dell’Economia a Tripoli, in Libia. Secondo alcuni media locali, i gruppi armati sarebbero legati a Khalifa Ghwell, l’ex premier del dissolto governo libico islamista di salvezza nazionale e protagonista nell’ottobre scorso di un tentativo fallito di colpo di stato contro il Governo di Unità Nazionale di Tripoli. La situazione appare confusa nella capitale stando a quanto scrivono i media locali su twitter. “Pesanti scontri” si starebbero verificando a Tripoli fra le forze governative fedeli del consiglio presidenziale di Fayez al Sarraj, sostenuto dall’Onu e dalla comunità internazionale e milizie armate vicine a Ghwell.

TWITTER I gruppi armati guidati da Ghweil avrebbero fatto irruzione anche nella sede del ministro del Lavoro, dei Martiri e dei Feriti. Gli edifici presi di mira si trovano nell’area di al Hadabah, nella zona occidentale della città. Secondo le stesse fonti, Ghweil avrebbe chiesto agli impiegati del governo di unità nazionale di Fayez al Sarraj di lasciare le sedi ministeriali. Stando ai media locali, l’ex premier terrà un discorso dalla sede del ministero della Difesa. Sull’account Twitter denominato Ufficio coordinamento media – Stato Libico, del governo di salvezza nazionale, si legge: “Il governo di salvezza nazionale ha ripreso sotto il proprio controllo sedi ministeriali nella capitale Tripoli, tra cui il ministero della Difesa”. Nello stesso tweet, vengono indicate “le sedi istituzionali” che sarebbero tornate sotto il controllo delle milizie islamiste: 1. poi pubblica le istituzioni prese sotto controllo: “1. Ministero Difesa; 2. Ente del Lavoro e della Formazione; Direzione Affari Martiri e Scomparsi”.

TENTATO GOLPE Già lo scorso 15 ottobre, l’ex si rese protagonista di un tentato golpe a Tripoli, occupando alcuni edifici governativi e una stazione tv e dicendosi pronto a combattere per rovesciare le autorità della capitale. a tripoli sono presenti numerose fazioni armate, alcune legate a Sarraj, mentre altre ostili al governo. Gli uomini di Ghweil avevano occupato il anche Rixos Hotel nella capitale libica, sede del Consiglio di Stato libico nato dall’accordo siglato in Marocco nel dicembre 2015 che ha dato vita anche all’esecutivo di Fayez Sarraj, riconosciuto dalla comunità internazionale.

Leggi anche:
Il Coronavirus non si arresta, salgono contagiati e vittime. Lo scenario per regione
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti