Il coronavirus non si ferma. “Pesano” le cifre della Lombardia

Il coronavirus non si ferma. “Pesano” le cifre della Lombardia
19 giugno 2020

Ad oggi il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 238.011 (con la differenza che riguarda la Regione Abruzzo che ha effettuato un ricalcolo dei casi totali, sottraendo due errati positivi e della regione Sicilia che ha sottratto dai casi totali 397 unità), con un incremento rispetto a ieri di 251 nuovi casi. E’ quanto emerge dall’odierno bollettino della Protezione Civile sull’emergenza coronavirus. Dei 251 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 157 nuovi positivi (il 62,5% dei nuovi contagi). L’incremento di casi è di 26 casi in Piemonte, 27 in Emilia Romagna, di 10 in Toscana e di 9 nel Lazio. Zero casi nelle Marche, in Campania, Valle d’Aosta, Calabria e Basilicata. Il numero totale di attualmente positivi è di 21.543, con una decrescita di 1.558 assistiti rispetto a ieri.

SCARICA TUTTI I DATI PER PROVINCIA

Tra gli attualmente positivi, 161 sono in cura presso le terapie intensive, con un decremento di 7 pazienti rispetto a ieri. Mentre 2.632 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 235 pazienti rispetto a ieri. Sono invece in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. 18.750 persone, pari all`87% degli attualmente positivi. Rispetto a ieri i deceduti sono 47 e portano il totale a 34.561. Nessun morto in provincia di Bolzano (1 vittima in Trentino) e in Friuli Venezia Giulia, Marche, Umbria, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 181.907, con un incremento di 1.363 persone rispetto a ieri. Per quanto riguarda il numero di individui controllati, oggi sono stati testati 28570 casi (contro i 57541 tamponi effettuati). Si tratta di un positivo ogni 114 persone, ovvero 0,9%. Per quanto riguarda il numero di tamponi, oggi sono stati fatti 57541 test (ieri 58154). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 229,2 tamponi fatti, il 0,4%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 0,6%.

FOCUS LOMBARDIA

Leggi anche:
Coronavirus, Ricciardi: "In Italia situazione di allarme però controllata"

Sono in calo in Lombardia sia i dati relativi ai nuovi contagiati sia quelli dei decessi: sono infatti 157 i nuovi casi, di cui 94 a seguito di test sierologici, e la percentuale tra tamponi effettuali e nuovi casi positivi è dell’1,5%. I decessi sono 18, per un totale di 16.534 morti in regione dall’inizio della pandemia. Ieri c’erano stati 216 nuovi casi (1.9% rapporto tamponi-positivi) e 36 decessi. Stazionari i ricoveri in terapia intensiva (60), calano i ricoverati non in terapia intensiva (-136, 1.537 in totale). Dei 157 nuovi casi, che portano il totale dei contagiati in Lombardia a 92.675 persone, 43 sono nella città metropolitana di Milano (24.061 il totale), dei quali 22 a Milano città (10.230), 32 a Bergamo (14.065), 21 a Brescia (15.415) e 12 a Mantova (3.437). Sono sotto la soglia dei dieci nuovi contagiati tutte le altre province. “Dei 157 casi positivi riscontrati oggi, 94 sono determinati da tamponi eseguiti a seguito della positività allo screening sierologico. Si tratta quindi di persone con sintomatologia pregressa, il cui esito del tampone è risultato ‘debolmente positivo’. 8 casi invece sono riferiti a ospiti delle RSA e 4 a operatori socio sanitari”, è il commento sui dati odierni dell’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera.

DATI PER REGIONE

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 14.045 in Lombardia, 2.178 in Piemonte, 1.219 in Emilia-Romagna, 582 in Veneto, 423 in Toscana, 249 in Liguria, 988 nel Lazio, 560 nelle Marche, 125 in Campania, 255 in Puglia, 56 nella Provincia autonoma di Trento, 150 in Sicilia, 85 in Friuli Venezia Giulia, 407 in Abruzzo, 75 nella Provincia autonoma di Bolzano, 17 in Umbria, 30 in Sardegna, 4 in Valle d’Aosta, 34 in Calabria, 53 in Molise e 8 in Basilicata.

Leggi anche:
Addio ad Alberto Bauli, il re del Pandoro capace di guardare oltre
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti