Il satellite Seosat-Ingenio pronto per l`invio a Kourou

Il satellite Seosat-Ingenio pronto per l`invio a Kourou
28 settembre 2020

Lo scorso 24 settembre, il satellite ottico spagnolo per l`Osservazione della Terra, Seosat-Ingenio, ha iniziato il suo viaggio dalla base aerea di Torrejón a Madrid (Spagna) verso Kourou, per il lancio su un razzo VEGA. SEOSAT, acronimo di Satellite per l`Osservazione della Terra spagnolo, è un satellite ottico ad alta risoluzione, dedicato all`uso civile, che verrà posizionato in orbita a un`altitudine di 670 chilometri con un lancio previsto per il 18 novembre 2020. Seosat-Ingenio è un Progetto del Ministero della Scienza e dell`Innovazione nell`ambito della strategia nazionale della Spagna, guidato da una delegazione delCentro per lo Sviluppo Tecnologico Industriale (CDTI), che si assume anche i costi del progetto. Questo satellite è parte integrante del Programma di Osservazione della Terra Satellitare Nazionale (PNOTS) insieme a PAZ, un satellite radar SAR in orbita dal febbraio 2018.

Rappresenta uno dei progetti più grandi intrapresi dall`industria spagnola: è stato realizzato da un consorzio industriale che comprende 11 aziende spagnole, con Airbus come prime contractor del programma, SENER Aeroespacial come prime contractor dello strumento ottico e Thales Alenia Space in Spagna come fornitore di tutta l`elettronica dello strumento e dei sistemi di comunicazione satellitare. Grazie allo sforzo congiunto di tutte le aziende coinvolte, la costruzione del satellite è stata completata con successo, con l`assemblaggio di tutte le unità a Madrid. Il satellite fornirà immagini ad alta risoluzione a diversi utenti civili, istituzionali e governativi. Le sue principali aree di osservazione saranno, il territorio della Spagna, l`Europa, l`America Latina e il Nord Africa, oltre alle aree generali definite dagli utenti europei nell`ambito di Copernicus e GEOSS (Global Earth Observation System of Systems/Il sistema dei sistemi globale di Osservazione terrestre). Le informazioni fornite da Seosat-Ingenio troveranno applicazione nella cartografia, gestione del territorio, sorveglianza costiera, gestione delle risorse idriche, monitoraggio dell`agricoltura, agricoltura di precisione, controllo ambientale e gestione delle crisi (sicurezza ed emergenze) nelle catastrofi.

Leggi anche:
Le mascherine ora sono hitech: traducono e misurano l'ossigeno

Il satellite è costituito da una piattaforma per l`imbarco di un payload primario, uno strumento ottico ad alta risoluzione e alta prestazione con una capacità di immagine di 2,5 milioni km2/giorno e fino a 600 immagini al giorno. Gestito da SENER Aeroespacial e con contributo all`elettronica di Thales Alenia Space, questo strumento è progettato per scattare immagini della Terra in due canali, uno pancromatico (PAN) e l`altro multispettrale, che a sua volta è formato da quattro bande (blu, verde, rossa e infrarosso vicino). Come prime contractor dello strumento (vedere video), SENER Aeroespacial è stata responsabile della sua ideazione, progettazione architettonica, costruzione, integrazione, allineamento e verifica: del progetto ottico, ottico-meccanico e termico dettagliato; della gestione integrale del progetto, del coordinamento ingegneristico, del controllo della qualità e della gestione dell`integrazione e delle attività di test; della gestione dei subappaltatori e dei fornitori. Inoltre, SENER Aeroespacial ha ricevuto il sostegno di Thales Alenia Space per la validazione delle qualità funzionale e ottica dello strumento e la verifica della qualifica dello strumento.

Diego Rodríguez, Direttore Spazio di SENER Aeroespacial, ha espresso il rilievo di questa missione per la Spagna e ha ringraziato CDTI e Airbus per la fiducia riposta in SENER Aeroespacial per lo sviluppo di una tecnologia così vitale e specifica per la missione. Ha aggiunto: “Con Seosat-Ingenio, SENER Aeroespacial ha sviluppato la capacità di trattare questo tipo di strumenti, disponibile solo in pochissime aziende in Europa e al mondo.” La configurazione consiste in due camere identiche, allineate in modo complementare al fine di acquisire nel loro insieme la traccia di 55km necessaria a realizzare gli obiettivi della missione, lavorando in modalità sweep o pushbroom. Il payload primario fornisce un`immagine con risoluzione pixel al suolo di 2,5 m nel canale pancromatico e di 10 m nelle bande multispettrali. Lo strumento raggiunge una qualità dell`immagine elevata e buone prestazioni di qualità radiometrica. Pesa 130 Kg e ha un volume di circa 1,5 m x 1,5 m x 1 m.

Leggi anche:
Conclusa con successo la Expedition 63 dell'Iss

Thales Alenia Space in Spagna ha attinto alla propria esperienza nel campo delle tecnologie ottiche ad alta risoluzione per progettare, produrre, integrare, testare e consegnare tutta l`elettronica per lo strumento di osservazione Seosat-Ingenio. Il payload di elettronica garantisce la corretta operatività delle camere, oltre all`alimentazione elettrica, l`acquisizione e la trasmissione dati e il controllo termico. Gioca un ruolo vitale per il successo di questa missione, in quanto la strumentazione deve essere in grado di processare i segnali elettronici che trasportano le informazioni di immagini a una velocità estremamente elevata e senza alcun deterioramento. Solo siti avanzati come il Laboratorio di rilevamento ottico di Thales Alenia Space in Spagna offrono l`ambiente e le competenze necessarie all`assemblaggio, integrazione e test della strumentazione elettronica di questa classe.

Eduardo Bellido, CEO di Thales Alenia Space in Spagna, ha commentato: “Siamo orgogliosi si aver contribuito alla progettazione di questo satellite e alla realizzazione dello strumento, che è una milestone per la Spagna nel campo dell`osservazione della Terra. Desideriamo ringraziare CDTI e i nostri partner industriali per aver fatto ricorso alla nostra comprovata expertise nei sistemi di comunicazione e nella strumentazione ottica, per fornire nuovi servizi di osservazione agli utenti civili, istituzionali e governativi spagnoli. Questo successo rafforza il posizionamento del nostro sito a Madrid come centro europeo di eccellenza nella strumentazione ottica e sostiene l`espansione delle nostre attività nel campo dell`Osservazione della Terra e degli strumenti scientifici”. Una volta entrato in servizio, le immagini ottiche Seosat-Ingenio andranno a integrare le immagini radar che Paz ha fornito da quando è diventato operativo. In questo modo, la Spagna avrà un sistema satellitare duale, formato da una piattaforma ottica e una radar, i cui dati potranno essere aggregati per offrire una risoluzione più alta e informazioni avanzate della superficie terrestre.

Leggi anche:
Leonardo dimostra l'interoperabilità tra elicotteri e droni
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti