Incentivi auto, arrivano i nuovi ecobonus. Come fare domanda

Incentivi auto, arrivano i nuovi ecobonus. Come fare domanda
Adolfo Urso
26 maggio 2024

Sono disponibili incentivi per ottenere il bonus auto 2024, pubblicati in Gazzetta Ufficiale tramite il Dpcm che riguarda la rimodulazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha annunciato che la nuova piattaforma Ecobonus per la prenotazione degli incentivi sarà attiva dalle ore 10:00 del 3 giugno. Ecco tutte le informazioni. Il Ministero ha introdotto diverse novità per la misura, inclusi contributi proporzionati in base alla classe ambientale del veicolo da rottamare, con incentivi per l’acquisto di auto a basse emissioni inquinanti, motocicli e ciclomotori elettrici e non elettrici, nonché veicoli commerciali leggeri.

Le risorse complessive per l’Ecobonus 2024 ammontano a un miliardo di euro, di cui 950 milioni destinati all’Ecobonus stesso e 50 milioni riservati ai veicoli per il 2024 stanziati dalla legge n. 178 del 30 dicembre 2020. La misura prevede contributi proporzionati in base alla classe ambientale del veicolo da rottamare, con un focus sull’incentivazione dell’acquisto di autovetture elettriche, plug-in, ibride e a motore termico con livelli di emissioni di CO2 fino a 135 gr/km. Inoltre, sono previsti limiti di prezzo per le autovetture elettriche e ibride.

Requisiti e procedura

I contributi variano a seconda della classe di emissioni di CO2 e dell’Isee del richiedente. Per esempio, cittadini con un Isee superiore a 30.000 euro possono ricevere fino a un massimo di 6.000 euro senza rottamazione, e fino a 9.000 euro con la rottamazione del vecchio veicolo. Per chi ha un Isee inferiore a 30.000 euro, il bonus può arrivare fino a 13.500 euro, o fino a 7.500 euro senza rottamazione. Inoltre, il veicolo rottamato deve essere di proprietà del titolare del nuovo veicolo o di un suo familiare da almeno 12 mesi. I moduli per ottenere la misura saranno resi disponibili sul sito gestito da Invitalia per conto del Mimit, insieme alle tabelle che riportano i criteri di attribuzione dei contributi. Si prevede che la nuova piattaforma Ecobonus per la prenotazione degli incentivi sarà attiva dal 3 giugno alle ore 10.

Leggi anche:
A un anno dalla scomparsa di Silvio Berlusconi, il ricordo dei figli

Urso: “Il fondo stanziato è sufficiente”

Le risorse stanziate per l’ecobonus per incentivi auto sono “importanti e significative”, e sono “sufficienti”, ha assicurato il ministro alle Imprese e al Made in Italy Adolfo Urso rispondendo ad una domanda sulla possibilità che, invece, possa essere necessario un aumento del fondo. “Le risorse sono significative, come mai nel passato, un miliardo di euro, un miliardo di euro, sia per auto sostenibili e ibride, sia per auto elettriche. Risorse importanti e significative c he io ritengo sufficienti in questa fase del 2024”, ha detto Urso. “Con gli incentivi le auto ecologiche a portata di tutti” “Gli incentivi – ha poi sottolineato il ministro – sono rivolti ai ceti popolari affinché anch’essi possano acquistare una utilitaria ecologica, rottamando la vecchia auto altamente inquinante. E sono realizzati su misura per i modelli prodotti in Italia al fine di aumentarne la produzione. Anche cosi’ si fa politica sociale, industriale e ambientale”.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti