Incontro Modi-Putin: energia, difesa e cooperazione internazionale

Incontro Modi-Putin: energia, difesa e cooperazione internazionale
Narendra Modi e Vladimir Putin
8 luglio 2024

Gli occhi di molte cancellerie asiatiche e occidentali saranno su Mosca oggi e domani, quando il leader del paese più popoloso del mondo, l’India, effettuerà una visita importante. Il primo ministro Narendra Modi sarà ricevuto martedì dal presidente russo Vladimir Putin e i due discuteranno di prospettive per un “ulteriore sviluppo delle relazioni russo indiane, tradizionalmente amichevoli, e di questioni rilevanti nell’agenda internazionale”, secondo la dichiarazione del Cremlino che annunciava la visita questa settimana.

Modi, che è stato rieletto a giugno per il terzo mandato, in realtà ha incontrato più volte Putin in summit internazionali, oltre ad avere colloqui telefonici. Le relazioni tra Mosca e Nuova Delhi sono da sempre intense e non è un caso che l’India non abbia votato in sede Onu a favore della risoluzione di condanna dell’attacco russo all’Ucraina, ribadendo la necessità di una soluzione pacifica del conflitto. La Russia è uno dei partner commerciali principali dell’India dai tempi della Guerra fredda, soprattutto nei comparti delle armi e difesa, anche se in anni recenti ha ridotto la sua dipendenza militare dalle armi russe.

Inoltre, da quando Mosca ha chiuso i rubinetti dell’energia verso l’Europa, assieme alla Cina l’India è diventato uno degli acquirenti chiave del petrolio russo, sottoposto a sanzioni Usa. Tuttavia tra Mosca e Nuova Delhi le cose non vanno poi così bene. La Russia ha intensificato i legami con la Cina, principale rivale regionale dell’India, mentre quest’ultima rafforzava i suoi rapporti con gli Stati uniti. Modi si è trovato a giocare un precario gioco di equilibrismo, per mantenere attivi rapporti con un cruciale partner commerciale senza però farsi arruolare nella dinamica dei blocchi.

Leggi anche:
Russia, giornalista del WSJ condannato a 16 anni di carcere

L’India è la “I” dei BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica) ed è anche parte Organizzazione della cooperazione di Shanghai (SCO), un foro di cooperazione di sicurezza dominato da Cina e Russia. Giovedì al summit di quest’organizzazione – a cui prendevano parte sia Putin che il presidente cinese Xi Jinping – Modi ci ha mandato il suo ministro degli Esteri Subrahmanyam Jaishankar, che ha anche posto al suo omologo russo Sergey Lavrov la delicata questione dei cittadini indiani che si trovano coinvolti nella guerra in Ucraina. Modi ha visitato la Russia l’ultima volta nel 2019 per un forum economico nel porto orientale di Vladivostok. Putin ha incontrato Modi l’ultima volta nel settembre 2022 in occasione di un summit della SCO in Uzbekistan. Nel 2021, Putin si è recato anche a Delhi e ha tenuto colloqui con il leader indiano.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti