Oltre un anno d’attesa, Ita Airways entra nella famiglia Lufthansa

Oltre un anno d’attesa, Ita Airways entra nella famiglia Lufthansa
3 luglio 2024

La Commissione Europea ha dato il via libera alla proposta di acquisizione del controllo congiunto di Ita Airways (la compagnia nata dalle ceneri di Alitalia) da parte di Deutsche Lufthansa, in collaborazione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano (MEF). L’approvazione è subordinata alla piena attuazione dei rimedi offerti da Lufthansa e dal MEF in risposta ai rilievi sollevati durante l’indagine approfondita condotta dall’Antitrust comunitario. Questa decisione segna la conclusione di una lunga trattativa tra le parti coinvolte e l’Unione Europea.

Rilievi e rimedi offerti

La Commissione Europea aveva espresso preoccupazioni riguardo alla riduzione della concorrenza su diversi voli che collegano l’Italia con l’Europa centrale, oltre che sulle rotte più lunghe verso Stati Uniti e Canada, a causa delle joint-venture di Lufthansa con United Airlines e Air Canada. Inoltre, erano stati sollevati rilievi specifici sulla posizione dominante di Ita all’aeroporto di Milano Linate. Per rispondere a queste preoccupazioni, Lufthansa e il MEF hanno proposto una serie di rimedi, tra cui: 

– rendere disponibili attività necessarie per avviare voli non-stop tra Roma o Milano e alcuni aeroporti dell’Europa centrale a “una o due compagnie rivali”;

– assicurare che queste compagnie concorrenti abbiano accesso alla rete interna di Ita per offrire collegamenti tra alcuni aeroporti nell’Europa centrale e altri scali in Italia;

– stringere accordi con vettori rivali per migliorare la competitività sui voli a lunga distanza, ad esempio mediante scambi di slot;

Leggi anche:
Von der Leyen: sul Green Deal né retromarcia, né rilancio

– trasferire slot dall’aeroporto di Linate ai vettori coinvolti nei rimedi per le lunghe e brevi tratte, consentendo loro di stabilire una base sostenibile presso lo scalo di Linate.

 

 

Dettagli dell’accordo

L’accordo prevede la cessione immediata del 40% delle azioni di Ita Airways, con un incremento al 90% entro tre anni, per una cifra di circa 325 milioni di euro. Dopo l’approvazione della Corte dei Conti e dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la Commissione Europea quindi ha ufficialmente dato il via libera all’ingresso di Lufthansa in Ita Airways.

Giancarlo Giorgetti, ha commentato: “Una positiva conclusione di una vicenda storica, quella del vettore nazionale Alitalia, poi ITA”. Il Ministro dell’Economia ha sottolineato il successo italiano, tedesco ed europeo del percorso travagliato ma coronato dal successo. In marito al riassorbimento dei dipendenti ex Alitalia in Ita Airways, Giorgetti ha puntualizzato che “dipende dallo sviluppo di Ita, c’è un piano industriale che verrà ulteriormente rafforzato. Lo Stato ha fatto la sua parte. Questa è l’unica soluzione per dare una prospettiva di lungo termine”. Carsten Spohr, CEO del Gruppo Lufthansa, ha dichiarato che l’approvazione di Bruxelles rappresenta un’ottima notizia per ITA Airways e Lufthansa, nonché per tutti i passeggeri che volano da e per l’Italia.

Leggi anche:
Blackout informatico blocca molti voli e aziende in tutto il mondo. "Serve cloud Ue"

 

 

Prospettive future

A seguito del closing dell’operazione, previsto per il quarto trimestre del 2024, Ita Airways diventerà la quinta compagnia aerea del Gruppo Lufthansa e il sesto hub del gruppo a Roma Fiumicino. L’integrazione completa è prevista entro tre anni, e consentirà a Ita Airways di sfruttare numerose sinergie, come le vendite a livello mondiale, il programma di fidelizzazione Miles & More, e l’acquisto di aeromobili e carburante. I passeggeri beneficeranno di oltre 1.000 nuovi collegamenti grazie al code-sharing, facilitando l’accesso a destinazioni in Sud America, Nord Africa e Medio Oriente. Ita Airways intende inoltre aderire a Star Alliance nel prossimo futuro, armonizzando i processi commerciali e informatici per massimizzare le sinergie.

L’Italia diventerà così il quinto “mercato domestico” del Gruppo Lufthansa e il secondo in Europa dopo quello tedesco in termini di fatturato. Il Gruppo Lufthansa e ITA Airways – sottolinea il comunicato del vettore tedesco – stanno pianificando insieme una rapida integrazione, che dovrebbe essere in gran parte completata entro tre anni: ITA Airways, con i suoi quasi 5.000 dipendenti, renderà ancora più internazionale e variegata la cultura aziendale del Gruppo Lufthansa. Roma Fiumicino diventerà il sesto hub del Gruppo Lufthansa e il più a sud in termini geografici. L’anno scorso, l’aeroporto della capitale è stato uno dei due soli aeroporti dell’UE a ricevere le cinque stelle.

Leggi anche:
Elezioni Usa 2024, Donald Trump accetta nomination: vinceremo e riporterò la pace

Trattative concluse un anno fa

Il 25 maggio 2023, il ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti e l’amministratore delegato di Deutsche Lufthansa, Carsten Spohr, hanno concluso le trattative per il passaggio della compagnia italiana al colosso tedesco. L’accordo prevede la cessione immediata del 40% delle azioni e del 90% entro tre anni, per una cifra vicina ai 325 milioni di euro. Dopo l’approvazione della Corte dei Conti e dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, il 3 luglio 2024, la Commissione Europea ha dato il via libera definitivo all’ingresso di Lufthansa in Ita Airways.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti